17 ottobre 2011 - Ravenna, Politica

"Incuria sul lungomare a Lido di Dante"

L'intervento di Pasquale Minichini (LpRa)

"Ad ogni folata di vento la strada sul lungomare di Lido di Dante è interessata da accumuli di sabbia che gioco forza finisce nelle caditoie per la raccolta e lo smaltimento delle acque meteoriche - spiega Pasquale Minichini, di Lista per Ravenna.

 

A lungo andare la sabbia sicuramente riempirà i pozzetti e quella che l’acqua trasporterà nelle tubazioni di scarico ostruirà le medesime. Ciò comporterà che il mancato deflusso dell’acqua piovana, tenendo conto anche di quella marina che causa mareggiate potrebbe infiltrarsi nella zona, non trovando sbocchi per defluire, si riversi nell’abitato. Sconosco chi dovrà intervenire, ma qualcuno dovrà pur farlo, onde evitare che l’incuria di oggi costituisca aggravi di costi futuri per le casse comunali e, di conseguenza per le tasche di “pantalone”, ossia il cittadino. Altra situazione non meno inquietante è la mancata chiusura dei varchi di accesso alla spiaggia.

Normalmente, agli inizi di ottobre, finita la stagione turistica e considerato che si entra nella fase di possibili mareggiate, ai due varchi vengono apposte apposite lastre di cemento, tamponate lato mare da sacchetti di sabbia, che costituiscono protezione dell’abitato da eventuale ingressione di acqua dal mare. Appare singolare, quindi, che ancora ciò non è stato effettuato, nonostante le ultime previsioni meteo di vento forte e mareggiate sulla costa. Voglio augurarmi che l’amministrazione comunale si attivi affinché sia effettuata quanto prima la pulizia, la verifica del sistema fognario e la manutenzione della strada, nonché la chiusura dei varchi".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.