25 novembre 2011 - Ravenna, Politica

Dimensionamento scolastico: le proposte della Lega

"Il dimensionamento scolastico, prevede in sostanza una riorganizzazione verticale delle scuole per l’infanzia, delle scuole elementari e delle scuole medie sul territorio a fronte di una legge nazionale a sua volta recepita e integrata da norme della Regione Emilia Romagna. L’impatto di questa riorganizzazione creerà un certo disorientamento alle famiglie degli alunni frequentanti, ma, se ben concepita, potrà essere una opportunità di carattere sociale per il futuro". L'intervento è del consigliere comunale Lega Nord Paolo Guerra.

 

"Se concettualmente condividiamo lo spirito di questo progetto - prosegue il leghista -  dal punto di vista politico non possiamo che criticare il metodo scelto per introdurre e condividere questo dimensionamento sul nostro territorio.

L’amministrazione aveva nuovamente escluso le forze di opposizione da questo processo, sino a quando alcuni comunicati del nostro movimento e degli altri partiti di opposizione, ma soprattutto le reazioni dei genitori delle scuole e la petizione scaturita dai genitori del Morelli, hanno portato la maggioranza a confrontarsi nelle apposite commissioni.  

Da tempo l’amministrazione lavora concretamente su questo aspetto ed entro il 30 novembre, scadenza oltre la quale si rischia il “commissariamento”, viene chiesto al Consiglio Comunale di votare favorevolmente alla delibera pena il rischio di farsi sottrarre dirigenti e competenze. Atto di responsabilità sul quale la Lega Nord Romagna, sebbene ininfluente, non si sottrarrà, ma l’intera vicenda ricalca l’atteggiamento di questa amministrazione che sempre più inciampa nella fase della 'concertazione'. Dai parcheggi del centro storico alle scuole, passando per Marina, il ritornello è sempre quello. 

 

Avuto conferma in sede di Commissione Consiliare che non vi saranno cambiamenti per gli insegnanti (a meno che loro stessi non decidano di spostarsi ad altra sede di lavoro), e che la riorganizzazione sarà graduale, da qui al 2013/2014, la Lega Nord Romagna presenterà comunque due emendamenti alla delibera. 

Chiederemo che insieme al piano di riorganizzazione delle scuole, che inevitabilmente influirà sulla mobilità locale, venga rivisto anche l’intero piano dei trasporti pubblici affinchè, a pieno regime, siano favoriti gli studenti e migliorati anche i costi che, recentemente, sono stati oggetto di aumenti a nostro avviso discutibili. Non sarebbe tollerabile un ulteriore sacrificio per le famiglie in tal senso ed è fondamentale considerare che l’accesso alle scuole comincia con il trasporto.

Lo stesso emendamento richiede di prendere iniziative in merito ad una maggiore sicurezza per i bambini di età inferiore che usufruiscono del trasporto pubblico. La seconda proposta che presenteremo sarà la possibilità di rivedere in commissione il piano di riorganizzazione dopo gli incontri fra l’amministrazione e le scuole".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.