15 settembre 2009 - Ravenna, Cronaca

Alla guida senza patente e con veicolo sequestrato: indagato

L’uomo, un ravennate di 38 anni, era stato fermato dalla Polizia municipale per un normale controllo

Sembrava un semplice controllo, spiega la Polizia Municipale, ma lo scenario che si è aperto agli operatori è stato tutt’altro.

I fatti, che hanno portato alla denuncia di un cittadino ravennate di 38 anni, pregiudicato e con un passato da tossicodipendente, risalgono all'8 agosto scorso.

 

L'uomo non aveva al seguito né il documento di guida, che dichiarava di aver dimenticato a casa né la carta di circolazione, per la quale presentava denuncia di smarrimento. Gli agenti accertavano, inoltre, che l’autovettura era priva di assicurazione e procedevano, pertanto, al sequestro e all' affidamento in custodia del veicolo al proprietario, come previsto dalla normativa vigente.

Tutti questi elementi, però, insospettivano la pattuglia, che con l’ausilio di personale della polizia giudiziaria, decideva di approfondire gli accertamenti sul ravennate.

 

Dalle indagini svolte, con la collaborazione della locale Sezione di Polizia Stradale, emergeva un “quadro” completamente diverso.

E’ risultato, infatti, che già nel 2008, la Polizia Stradale aveva sorpreso il trasgressore, alla guida, con patente sospesa, per cui era stato emesso, dalla locale Prefettura, provvedimento di revoca della stessa.

Si è scoperto inoltre, continua la Pm, che la dichiarazione di smarrimento della carta di circolazione risultava falsa, in quanto il documento era già stato ritirato dalla Polizia Stradale nel 2007.

 

Come se ciò non bastasse, si è accertato che la vettura non era stata sottoposta a revisione negli ultimi quattro anni benché previsto e, cosa ancor più grave, dal 2007 era stata sottoposta a sequestro e, quindi utilizzata in modo illecito.

Per questi motivi, a seguito di delega della Procura della Repubblica, la Municipale procedeva al sequestro penale del veicolo, per impedire, al proprietario, la reiterazione dei reati di “guida senza patente” e “omissione di custodia di cose sottoposte a sequestro”.

 

Dal ritrovamento, durante la perquisizione domiciliare effettuata, di copia della denuncia di smarrimento del documento di circolazione, presentata a suo tempo alla polizia, scattava per il ravennate la denuncia -  oltre che per i reati di “guida con patente revocata” e “omessa custodia di cose sottoposte a sequestro da parte dell’autorità amministrativa” - anche per il reato di “falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019