15 febbraio 2012 - Ravenna, Agenda

Boccherini e Haydn per i giovani dell'Accademia Orchestra Mozart

Domani giovedì 16 febbraio 2012 alle ore 20.30 a salire sul palcoscenico del Teatro Alighieri, ospiti della stagione “Ravenna Musica”  curata dall’Associazione Angelo Mariani, saranno i brillanti giovani musicisti dell’Accademia dell’Orchestra Mozart.

Si tratta del complesso orchestrale dell’accademia di Alta Formazione di cui è direttore artistico Claudio Abbado e che dal 2005 costituisce un vero polo d’attrazione per giovani musicisti italiani e stranieri. Grazie infatti all’Accademia dell’Orchestra Mozart, che fa parte delle numerose iniziative dell’illustre Accademia Filarmonica di Bologna fondata nel 1666, giovani strumentisti hanno l’opportunità di seguire un percorso di maturazione artistica a contatto con solisti di fama internazionale.
Su invito del maestro Abbado, solisti come Enrico Bronzi, Giuliano Carmignola, Lucas Navarro, Alois Posch, Danusha Waskiewicz, Jacques Zoon e altre prime parti dell'Orchestra Mozart svolgono attività didattica e prestano la loro preziosa esperienza come direttori e solisti.

Nell’occasione ravennate, che si realizza con il contributo di ACMAR,  la giovane compagine accompagnerà e sarà diretta dal violoncellista Enrico Bronzi.
Enrico Bronzi affianca all’intensa attività concertistica che effettua sin dal 1990 insieme al Trio di Parma con esibizioni in Europa, USA, Sud America e Austria, una straordinaria carriera solistica culminata nel 2002 con la definitiva affermazione internazionale: il Primo Premio al Paulo Cello Competition di Helsinki.

Dopo l’apertura affidata alla celebre Sinfonia in re min. op. 12 n. 4 “La casa del diavolo” di Luigi Boccherini, Enrico Bronzi sarà solista nel Concerto in re magg. n. 2 per violoncello e orchestra sempre di Boccherini, che oltre ad essere considerato un eccellente compositore fu un grande virtuoso del violoncello, e nel brano contemporaneo, Variazioni sull’inquietudine per violoncello e orchestra di Silvia Colasanti, una fra le più interessanti giovani compositrici italiane.
 
Completa il programma la Sinfonia in fa minore “La Passione di Franz Joseph Haydn, tra le migliori opere del periodo giovanile del compositore austriaco, con un adagio introduttivo “sfavillante”. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018