16 dicembre 2009 - Ravenna, Cronaca

Polizia, "retata" di clandestini

Controlli e arresti sull'Adriatica e nella piazze di Ravenna. Prostitute multate

La notte scorsa le Volanti 113 hanno arrestato un viado brasiliano, intento a prostituirsi a Lido di Classe.  L.D.S.F., di 25 anni  alla vista degli agenti ha cercato di fuggire ma è stato raggiunto e poi condotto negli Uffici della Questura.

In seguito agli accertamenti è emerso che nei suoi confronti pendeva un provvedimento di espulsione emesso lo scorso mese di novembre dal Questore di Ravenna, provvedimento al quale non aveva ottemperato e per tale motivo è stato arrestato.

Nella tarda mattinata odierna verrà giudicato con rito direttissimo, al termine del quale verrà accompagnato all’aeroporto di Milano Malpensa per essere imbarcato su un aereo per il Paese di origine.

Continuano inoltre con cadenza giornaliera, sempre da parte del personale delle Volanti 113, i controlli nelle piazze del centro cittadino, (M. Spik, Kennedy, Baracca, vari centri commerciali, ecc.) finalizzati alla repressione del fenomeno dell’ambulantato abusivo.

Negli ultimi due giorni sono stati fermati due cittadini extracomunitari, senegalesi, non in regola con le norme sul soggiorno e nei loro confronti l’Ufficio Immigrazione ha data corso alla pratica di espulsione.

Saranno anche denunciati all’Autorità Giudiziaria sia per la loro posizione di clandestini sia perché all’atto del controllo erano privi di qualsiasi documento di identificazione.

Proseguone da parte delle Volanti anche i servizi antiprostituzione lungo la SS 16 e zone limitrofe, ove negli ultimi due giorni sono state elevate contravvenzioni in violazione all’ordinanza del sindaco di Ravenna, a 15 prostitutute, 1 cliente e 1 viado.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi