16 dicembre 2009 - Ravenna, Politica

Nomine Pdl, Berselli dice no

Palazzetti: “Conferma che le decisioni di Bazzoni sono illegittime”. A gennaio un vertice a quattro

“Oggi il coordinatore regionale del Popolo della Libertà, sen. Filippo Berselli da me intrattenuto con una dettagliata relazione, mi ha confermato l'assoluta illegittimità delle presunte nomine fatte da Bazzoni”, commenta il vice coordinatore vicario provinciale Gianluca Palazzetti.

“Usando letteralmente le seguenti frasi: ‘non esiste, le eventuali nomine devono essermi comunicate congiuntamente da te e da Bazzoni. Tutto il resto non vale nulla’.
A tal proposito, il Coordinatore Regionale, mi ha comunicato che convocherà, subito dopo l'epifania, un incontro a quattro a Bologna (Berselli, Bettamio, Bazzoni, Palazzetti) per decidere sulle nomine e dirimere gli eventuali contrasti.

Ieri Gianguido Bazzoni, coordinatore provinciale, ha reso noti anche i vice coordinatori provinciali: si tratta di una nomina che il coordinatore giudica di “sua spettanza”. La lista è stata inviata al coordinamento regionale, con i nomi di Alberto Ancarani, laureato in giurisprudenza, capogruppo in circoscrizione seconda e giovane coordinatore comunale uscente di Forza Italia;
Alessandra Coatti, avvocato, consigliere comunale di Cervia e per anni capogruppo e coordinatore comunale di Forza Italia;
Nereo Foschini assessore al Comune di Bagnara, e già consigliere provinciale di Forza Italia.
“Rimango in attesa - ha scritto ieri Bazzoni - della nomina di spettanza della componente Alleanza Nazionale da parte di Gianluca Palazzetti e della nomina del vice coordinatore spettante ai partiti minori entrati nel Pdl”.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.