17 settembre 2009 - Ravenna, Cronaca

Fiammenghi (Pd):"Vicino alle famiglie delle vittime"

Il consigliere regionale interviene sulla strage in Afghanistan: "Serve un'azione diplomatica internazionale"

"Di fronte alla tragica morte dei nostri soldati impegnati nella stabilizzazione dell'Afghanistran e al ferimento dei loro collleghi, il primo pensiero di cordoglio non può che essere rivolto alle famiglie che in Italia stanno vivendo ore disperate e piene di dolore", afferma il consigliere regionale del Partito democratico Miro Fiammenghi.

"Non possiamo non provare pietà per i civili afghani morti e per quelli feriti per mano di chi non da alcun valore alla vita umana.

Purtroppo paghiamo il ritardo con il quale la diplomazia internazionale agisce in Afghanistan. Quanti altri morti dovranno esserci prima di adottare una linea politica comune e forte? E' paradossale che il governo italiano non riesca ad affiancare alla missione militare un'adeguata attività diplomatica, indispensabile all'indomani delle elezioni presidenziali e delle polemiche legate ai sospetti di brogli che generano la totale instabilità di quel paese.

Aderisco alla manifestazione promossa dal sindaco di Ravenna, Matteucci, con l'auspicio che tanti ravennati siano domani sera in piazza del Popolo".
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.