2 giugno 2012 - Ravenna, Cronaca

Lotta per la vita il bimbo gettato nel vuoto dal padre

Operato al Bufalini di Cesena

 

Continua a lottare per la vita il bimbo, nato nel settembre del 2010, gettato dal padre dal terzo piano di un condominio a Ravenna, dopo una lite con la madre. Il piccolo, dopo essere stato ricoverato al S.Maria delle Croci, è stato trasportato al Bufalini di Cesena, dove ha subito una delicata operazione. Il genitore, 34 anni nigeriano, che si è gettato nel vuoto subito dopo, è in gravi condizioni.

 

Il raptus dell’uomo non ha apparentemente spiegazioni, almeno a giudicare dal contesto in cui è maturato. L’uomo pare non avesse particolari problemi: lavorava come dipendente in una macelleria, era regolare in Italia, così come la moglie 22enne.

 

Nel primo pomeriggio, in via San Lorenzo in Cesarea, la tragedia: un litigio, poi l’uomo prende suo figlio e lo lascia cadere. Secondo le prime ricostruzioni avrebbe anche cercato di afferrare la moglie. Poi decide di buttarsi.

Sulle prime sembra che l’uomo sia da solo: ma il suo corpo stava coprendo quello del bimbo. Le indagini sono svolte dai Carabinieri di Ravenna.

 

m.m.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.