8 giugno 2012 - Ravenna, Politica

"Più ordine e sicurezza ai Giardini Speyer"

Al via la petizione di Lista per Ravenna

Lista per Ravenna ha presentato questa mattina la petizione: “Ordine pubblico e sicurezza nella zona Giardini Speyer”. Coordinata da Giulio Bazzocchi, è stata avviata una raccolta firme sul posto, con un tavolino collocato davanti all’ingresso degli uffici del Comune, nell'isola San Giovanni. In poche ore sono state raccolte una cinquantina di firme.

 

"La petizione - spiega Ancisi - ci è stata fortemente richiesta da molti cittadini in conseguenza della situazione in cui versa il quadrato urbano costituito dal complesso condominiale Isola di San Giovanni e dai giardini Speyer, nella centralissima zona della stazione ferroviaria, così descritta dalla stampa locale:  Traffico di stupefacenti, incontri di prostituzione, liti pericolose, urla e schiamazzi di ogni tipo, sudiciume ed immondizie di qualsiasi genere, vetrine di negozi infrante, vomiti ed urine davanti agli ingressi…Per le cause di cui sopra, parecchie attività professionali hanno dovuto allontanarsi dalla zona su richiesta delle rispettive clientele e da anni alcuni residenti non azzardano più uscire di casa nelle ore notturne. È infatti soprattutto nelle ore serali e notturne che gruppi di sfaccendati si riuniscono con atteggiamenti irriguardosi, prepotenti ed a volte minacciosi verso coloro che osano transitare sotto quei portici diventati ormai un loro territorio esclusivo.

Siccome l’arrivo dell’estate fa temere il peggio, la petizione, avendo la finalità di recuperare a dignità questo punto centrale della città, propone al sindaco, o per suo tramite, l’attivazione di una serie concreta di interventi, articolata su quattro obiettivi: tutela preventiva dei luoghi, presidio d’ordine sul posto, pronto intervento, divieto di soggiorno ai malviventi".
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.