28 agosto 2012 - Ravenna, Cronaca

Autocostruttori Filetto, appello alle istituzioni

Lettera aperta: "Siamo stati lasciati soli, ci serve aiuto"

 

La Cooperativa Mani Unite, che riunisce gli autocostruttori di Filetto, ha inviato una lettera aperta alle istituzioni, ai sindacati e alle associazioni. Si tratta di un’accorata richiesta di aiuto: i cittadini da 60 giorni presidiano giorno e notte il cantiere abbandonato, dopo il fallimento della ditta costruttrice.  Le case avrebbero dovuto essere finite, spiegano, tre anni fa.  “Le istituzioni si sono volatilizzate, anche quelle (Comune) che avrebbero, sulla base di accordi scritti, dovuto vigilare, sorvegliare e supervisionare tutte le fasi del progetto”. Ora viene richiesta "assistenza", assieme al "rispetto dei diritti". 

In allegato il testo della lettera.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.