5 febbraio 2013 - Ravenna, Agenda, Cultura

Le "Falene" di Eugenio Baroncelli a Casa Melandri

Nuovo appuntamento con gli Incontri Letterari

Nuovo appuntamento con gli Incontri Lettari del Centro Relazioni Culturali ospitati dalla sala D’Attorre di Casa Melandri. Venerdì 8 febbraio alle 18, sarà presentata l'opera di Eugenio Baroncelli "Falene – 237 vite quasi perfette" Ed. Sellerio (2012). All'incontro parteciperà il saggista Antonio Castronuovo.

 

IL LIBRO

Le fulminanti biografie in una pagina sola (certe volte nemmeno quella) di personaggi noti o meno, ma sempre proverbiali, trovate da Eugenio Baroncelli condividono una cifra comune. Non hanno nulla dei semplici e organizzati cataloghi di fatti e nemmeno sono esercizi d’interpretazione o di critica. La caratteristica precipua è un’altra, ossia che si leggono come esempi o come svolgimenti a tema di massime appartenenti a una filosofia di vita. Si tratta quindi di biografie molto metafisiche e molto poco storiche. Il tema di “Falene”, che funge da copione generale per 237 famose vite fallite attraverso i millenni, è nella frase «il solo stato di perfezione alla portata di un mortale è la morte». Di persone che hanno puntato vanamente a opere perfette, si mostra il vero coronamento della missione nella morte per lo più inusitata. Tanto che l’unico evento veramente razionale e coerentemente necessario di una vita sembra derivare dalla figura mitica del personaggio nel modo stesso in cui una conseguenza deriva da premesse logiche. Questa raccolta di mini-biografie è la terza di Baroncelli dopo “Libro di candele” e “Mosche d’inverno”: di esse è piaciuto, come forse piacerà di questa, il capriccio che fa da presa alle diverse esistenze, il piccolo paradosso che stringe ciascuna e la sorpresa ironica che sanno suscitare.

 

L’AUTORE

Eugenio Baroncelli (1944) vive a Ravenna. Ex professore di materie letterarie ha scritto, oltre ad alcuni saggi sul cinema, altre opere composte di "marginalità" biografiche recuperate dalla letteratura, dando loro nuova vita e altro senso. Tra le sue opere “Outfolio. Storiette scivolate dal quaderno durante un trasloco”, 2005. Con Sellerio ha pubblicato “Libro di candele. 267 vite in due o tre pose” (2008), “Mosche d’inverno. 271 morti in due o tre pose” (2011, Premio Mondello) e “Falene. 237 vite quasi perfette” (2012).

Ingresso libero

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.