5 febbraio 2013 - Ravenna, Arte

Il Mar scopre l' "Elefante da Battaglia"

L'opera è attribuita al pittore olandese Hieronymus Bosch

Questa mattina al Museo Mar ha avuto luogo la cerimonia di apertura della cassa dell’opera attribuita a Hieronymus Bosch "Elefante da battaglia", 1500-1549, olio su tela, cm 187x235, Galleria Palatina, Palazzo Pitti, Firenze.

L'evento anticipa l'inaugurazione del nuovo progetto espositivo dal titolo "Borderline, Artisti tra normalità e follia. Da Bosch a Dalì, dall’Art Brut a Basquiat" in programma dal 17 febbraio al 16 giugno 2013, realizzato grazie al sostegno della Fondazione della Cassa di Risparmio di Ravenna.

La mostra intende esplorare gli incerti confini dell’esperienza artistica al di là di categorie stabilite nel corso del XX secolo, individuando così un’area della creatività dai confini mobili, dove trovano espressione artisti ufficiali ma anche quegli autori ritenuti “folli”, “alienati” o, detto in un linguaggio nato negli anni ’70, “outsiders”.
La mostra è stata curata da Claudio Spadoni, direttore scientifico del museo, da Giorgio Bedoni, psichiatra, psicoterapeuta, docente presso l’Accademia di Brera, e da Gabriele Mazzotta, con il supporto della Fondazione Mazzotta di Milano.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.