8 febbraio 2013 - Ravenna, Cronaca

Giochi in spagnolo, albanese e rumeno alla scuola Mameli di Marina

I progetti ogni lunedì, martedì e giovedì

 

Sono partiti questa settimana all' Istituto Comprensivo del Mare di Marina gli incontri del Progetto “Parliamo la Stessa Lingua”, un progetto di apertura della scuola che vuole permettere ai ragazzi ed ai genitori che hanno la fortuna di parlare più di una lingua in famiglia di ritrovarsi per mantenere ed approfondire la lingua e la cultura di altri Paesi e di altre comunità.

Secondo il Dirigente Scolastico Vittore Pecchini, "mantenere la lingua del Paese da cui proviene uno dei propri genitori non è solo una ricchezza individuale per i ragazzi, ma anche una ricchezza strategica per la città di Ravenna che sarà sempre più formata da cittadini integrati e plurilingui. Tanto più che i linguisti sono concordi nell’affermare che, anche nel caso di ragazzi immigrati, il mantenimento e lo sviluppo di più lingue non ostacola il percorso di apprendimento dell’Italiano ed anzi lo arricchisce e lo facilita".

Ogni lunedì, martedì e giovedì, I locali della Scuola Mameli di Marina si riempiono di giochi e di lezioni in Spagnolo, Albanese, Rumeno, Bulgaro e Croato "per creare una Ravenna davvero moderna ed aperta al mondo, per arricchire ulteriormente una offerta formativa che non distingue più mattine e pomeriggi e che si sta espandendo verso l’offerta di viaggi e scambi, preparati anche con corsi di lingue rivolti a tutti, compreso i principianti, in molte altre lingue europee"0.

Il Dirigente Pecchini ha voluto ringraziare l’Assessorato Scuola e le associazioni che lo hanno sostenuto nel progetto, l’Associazione Genitori, l’Associazione Terra Mia e l’Antenna Italiana del Mondo: "senza di loro questo progetto non esisterebbe, ed è bello ed importante che si realizzi grazie soprattutto alla disponibilità di tanti volontari che si spendono nei progetti della scuola tanto del proprio tempo libero".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.