23 settembre 2009 - Ravenna, Cronaca

Carabinieri arrestano spacciatore

L'operazione è avvenuta ieri sera, oltre 120 grammi di eroina e 4500 euro in contanti recuperati

Oltre 120 grammi di eroina e 4.500 euro in contanti sequestrati. Questi i risultati dell’operazione antidroga, condotta ieri dai Carabinieri della Stazione di via Alberoni a Ravenna: ha portato all’arresto di un giovane tunisino, Mohamed Sallami, per detenzione illecita e spaccio di sostanza stupefacente.
 

I militari, nella serata di ieri, nel corso di un servizio di prevenzione dei reati legati alle sostanze stupefacenti, sono intervenuti all’interno del parco Teodorico, sorprendendo il tunisino, 23 anni - nullafacente, non in regola con il permesso di soggiorno e con precedenti - mentre cedeva un involucro contenente 5 grammi circa eroina a due cittadini italiani residenti nel riminese, successivamente segnalati all’ufficio territoriale del governo per uso personale di sostanze stupefacenti.

La perquisizione personale di Sallami ha consentito di rinvenire altri 118 grammi circa di eroina ed una somma contante di  4.525 euro , probabile provento dell’attività di spaccio, tutto posto sotto sequestro.
 

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato trasferito alla casa circondariale di Ravenna, a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Nel primo pomeriggio di oggi l’arresto è stato convalidato.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.