23 settembre 2009 - Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Cronaca, Economia & Lavoro

La Uil verso il congresso

Appuntamento il 3 e 4 dicembre all'hotel Dante di Cervia

Tempo di congressi per la Uil di Ravenna, la cui assemblea provinciale - in cui verranno rinnovati i vertici - è in programma per il 3 e 4 dicembre all'hotel Dante di Cervia. Dopo sei anna alla guida, Riberto Neri si ricandida alla segreteria. Al suo attivo ha 4mila iscritti in più di quelli registrati al congresso di 4 anni fa. Nel 2005 i tesserati erano 24mila; nel 2009 hanno toccato quota 28mila.
I temi che la Uil toccherà nel congresso provinciale saranno quelli cari da sempre al sindacato. Sul piano politico verranno affrontati i temi delle politiche energetiche e delle autostrade del mare.

In tema di tariffe dei servizi essenziali, Neri attacca la gestione di gas e acqua. "Se una multiservizi gestisce servizi pubblici, dovrebbe farlo su una base etica, non limitandosi al profitto". Anche operazioni corrette dal punto di vista tecnico, come la recente cessione delle reti gas a Hera, non è detto che lo siano dal punto di vista etico. "Se il Comune lo ha fatto per avere più dividendi, la cosa è discutibile. Quello che chiediamo è una garanzia di socialità, contrapposta al concetto di mero profitto".

Sul fronte dei servizi sociali la Uil invita a non confondere l’indirizzo politico, che spetta all’amministrazione pubblica, con la gestione. Per quanto riguarda il lavoro, Neri sottolinea la necessità di stabilire nuove regole con gli enti bilaterali per evitare ogni tipo di discriminazione.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.