14 ottobre 2013 - Ravenna, Cronaca, Economia & Lavoro

Ravenna, una nuova stazione ferroviaria a Fornace Zarattini

La proposta della Cna: "economica e utile alla città"

 

Da anni si parla dello spostamento della stazione ferroviaria di Ravenna, che attualmente, di fatto, rappresenta una cesura tra il centro storico della città e quello che nelle intenzioni dell’amministrazione comunale dovrà diventare il quartiere più innovativo della città, la Darsena.

Proprio su questo tema oggi la Cna ravennate ha presentato un progetto realizzato in collaborazione con l’architetto Daniele Vistoli che, secondo l’associazione di categoria, offrirebbe due innegabili vantaggi: costi contenuti e avvicinamento dei due ‘cuori’ della città.

“La stazione passeggeri e merci – spiega una nota della Cna - viene prevista ad ovest della città (zona Fornace Zarattini) lasciando solo alcuni binari di passaggio da quella attuale, che verrebbe eliminata (insieme allo scalo merci vicino alla Rocca Brancaleone); viene così dato spazio a una nuova Stazione ponte che svolgerebbe anche il compito di unire il centro storico al canale Candiano e, quindi, al nuovo quartiere”.

Il progetto prevede, oltre allo spostamento della stazione, una serie di opere viarie a beneficio della città: rotonde su via Faentina anche per il riordino complessivo dei pericolosi accessi attuali, due collegamenti da via Faentina alla zona del centro iperbarico, l’eliminazione del passaggio a livello di via Alberoni e la sua sostituzione con un sottopasso viario da via Candiano a piazza Farini (senza intaccare l’acqua del Candiano), un sottopasso per il passaggio a livello di via Canale Molinetto.

“Ci preme poi sottolineare – prosegue la Cna - che la gran parte delle aree urbanizzate previste sono già destinate a questi usi dal RUE. Quindi, non si aggiungerebbe ulteriore consumo di territorio rispetto a quanto già inserito nel Piano Regolatore e si metterebbe in rete un sistema di lavori preventivati, inserendolo in un progetto economico finanziario unitario.

Nell’attraversamento della città è prevista una cintura verde lungo tutto il percorso dei binari con una notevole riduzione dell’impatto ambientale e un conseguente abbellimento del tessuto urbano.

Si prevede poi, sui binari esistenti, una metropolitana di superficie che, dalla nuova Stazione di Fornace Zarattini, arriva fino a quella esistente di Classe, con benefici sul traffico e sugli spostamenti dei cittadini.

Il progetto tiene in considerazione anche il traffico merci con l’obiettivo di spostarne il transito e la sosta dalle aree del centro storico, attestandole sulla nuova Stazione e sullo scalo merci esistente alle Bassette.

Vogliamo evidenziare che il vantaggio che ne deriverebbe sullo snellimento del trasporto delle merci e delle persone, non è correlato con alcune suggestioni architettoniche presenti nella proposta che sono, ovviamente, un’ipotesi su cui aprire una discussione nella forma e nel modo più opportuni. 

Il progetto presentato affronta anche il tema della bonifica delle acque del Candiano. Sfruttando alcune tubazioni industriali esistenti si prevede di immettere (con la sola forza delle maree) acqua dal mare che, grazie al suo alto grado di salinità, favorirebbe il ricircolo e il ricambio dell’acqua stagnante, bonificandola progressivamente con un sistema naturale”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018