10 febbraio 2010 - Ravenna, Cronaca

Violenza su minore, condannato a 8 anni

L'uomo abusava del ragazzino, minorato, in concorso con il figlio

Si è da poco concluso il processo penale a carico di Ouechtati Mohamed, ritenuto colpevole di atti sessuali con minore. L’uomo, in concorso con il figlio, tra il 2007 e l’agosto del 2008 aveva abusato sessualmente di A., all’epoca dei fatti minore di 14 anni, approfittando delle sue condizioni di inferiorità fisica e psichica.
A., ragazzino di origine marocchina, veniva abusato quando si recava nella macelleria di Ouechtati e talvolta, dal figlio, anche nei pressi di una discoteca abbandonata, vicino al negozio. La giovane vittima ha reso testimonianza in sede di indagine, e l’attendibilità psicologica delle sue dichiarazioni, un po’ incerte e talvolta contraddittorie, è stata valutata da un neuropsichiatra. Il perito lo ha ritenuto abile a testimoniare, pur rilevando un lieve deficit cognitivo e un’età mentale di 5-6 anni contro quella anagrafica di 13-14.
Dopo un complesso dibattimento, ieri il Pm Ceroni ha chiesto 6 anni e 6 mesi di reclusione. Il collegio penale del tribunale di Ravenna, presieduto dalla dott.ssa Di Fiore, ha comminato una pena di 8 anni di reclusione, con interdizione perpetua dai pubblici uffici, e liquidato il danno in 100mila euro al minore e 50mila ai genitori, costituitisi parte civile con l’avvocato Gianluca Dradi.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.