8 marzo 2014 - Ravenna, Cronaca

L'Astoria riapre giovedì 13 marzo

Al cinema anche concerti, esposizioni e un punto ristorazione

Cinema d'essai, rassegne, opera, concerti: è in via di definizione il ricco cartellone del Cinema Teatro Astoria di Ravenna, che riaprirà i battenti giovedì 13 marzo.

La normale programmazione prevede la proiezione delle ultime novità cinematografiche, con particolare attenzione alle pellicole d’autore e a quelle che hanno ottenuto premi e riconoscimenti nei festival italiani e stranieri, ma ci sarà spazio anche per film commerciali maggiormente richiesti dal grande pubblico e per le proiezioni in 3D. Le sale aperte – che usufruiscono di proiettori di ultima generazione a 4k - saranno inizialmente sette sulle nove totali del multiplex: le ultime due saranno riattivate nei prossimi mesi.

A questi appuntamenti se ne aggiungono tanti altri, per fare dell'Astoria un nuovo “centro culturale” dedicato a tutti i ravennati e contenitore di eventi per tutti i palati. Partendo dall'Opera: già il giorno dell'apertura, il 13 marzo, sarà proiettato il Nabucco diretto dal Maestro Riccardo Muti, mentre quest'estate saranno in calendario iniziative congiunte col RavennaFestival per portare nella multisala balletti e spettacoli.

In programma nei prossimi mesi anche una rassegna e retrospettiva ideata dal critico ravennate Dedi Baroncelli, che accompagnerà gli spettatori in viaggi nella storia del cinema e dei suoi protagonisti, e una rassegna di documentari sulla cooperazione della casa produttrice CinemaRicerca di Ostia.

Non mancheranno i concerti live: cominciano i Floyd Machine il 22 marzo, portando al multiplex di via Trieste il rock progressive dei mitici Pink Floyd. I musicisti, alle prese con strumenti, amplificazione ed effettistica vintage e originale, saranno accompagnati da effetti luci e scenografie psichedeliche.

Una grande novità al multiplex sarà la presenza di un punto ristorazione, attivo dai prossimi mesi, che offrirà servizi di qualità con prodotti selezionati, dall'aperitivo prima della proiezione del film a finger food e “menù à la carte" per tutte le esigenze.

Spazio anche per l'arte: come ormai da tradizione l'Astoria ospiterà nei suoi corridoi mostre ed esposizioni. Si parte con la prestigiosa collezione di cartoline d'autore dello scenografo teatrale, pittore ed illustratore di libri di fiabe Ivan Jakovlevič Bilibin (Regione di San Pietroburgo, 1876 – Leningrado, 1942), originariamente contenute nella storica collana di cartoline nata per iniziativa della Granduchessa Eugenia Maksimilianovna di Oldenburgo alla fine del 1800.

I lavori di riqualificazione dell'Astoria e gli accordi con distributori e organizzatori di eventi proseguiranno ovviamente senza sosta nei prossimi mesi, per garantire agli spettatori un'offerta in continua crescita e completa, in una multisala rinnovata e sempre più accogliente e ospitale.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.