5 giugno 2014 - Ravenna, Agenda, Eventi

Cecchi Paone e Gambi “si confrontano” alla sala D’Attorre

L’occasione è la presentazione del loro ultimo libro scritto a quattro mani

Si terrà alla Sala D'Attorre di Casa Melandri, venerdì 6 giugno, l'incontro che vedrà confrontarsi Alessandro Cecchi Paone e Paolo Gambi sui temi trattati nella loro ultima fatica letteraria, dal titolo: “Le ragioni dell’altro. Dialogo tra un laico e un cattolico su amore, soldi, libertà” (ed. Piemme).  

 

Il libro pone costantemente di fronte ai lettori due versioni, quella laica di Cecchi Paone e quella cattolica di Gambi, a proposito delle medesime tematiche, quali libertà di coscienza, questioni economiche, problemi etici, differenze di genere. Le ragioni dell'altro è un epistolario tra i due autori, in cui il continuo alternarsi di lettere non solo conferisce ritmo alla narrazione, ma lascia spazio a riflessioni più profonde e si pone come punto di partenza per l'avvio di numerosi confronti, in grado di superare gli eventuali pregiudizi.

 

Alessandro Cecchi Paone, giornalista e scrittore, è anche autore e conduttore televisivo di vari programmi a carattere divulgativo-scientifico, oltre ad insegnare Teoria e tecniche dei Mass Media nelle Università di Milano, Napoli, Cassino e Venezia.

 

Paolo Gambi, scrittore e giornalista, ha collaborato con il Financial Times, ora lavora per The Catholic Herald e La Voce di Romagna. Nel 2012 ha vinto il Premio Guidarello per il giornalismo d'autore.

 

 

Ingresso libero – Ore 18,00 - Centro Relazioni Culturali – 0544 39972 www.centrorelazioniculturali.it - crc@comune.ra.it

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.