8 settembre 2014 - Ravenna, Economia & Lavoro

BPER finanzia le imprese che offrono lavoro

L’operazione si chiama Fin Job ed ha una durata massima di 18 mesi per azienda

“Un finanziamento a favore delle imprese che offrono lavoro”, è questa la nuova proposta della Banca popolare dell’Emilia Romagna, che con questo nuovo prodotto di impiego a breve termine ha integrato la propria offerta di finanziamenti . L’operazione, che si chiama “Fin Job”, si propone di sostenere e agevolare le imprese che nei propri piani di sviluppo e sfruttando le novità normative del “Decreto Poletti” hanno già effettuato assunzioni nei sei mesi antecedenti la richiesta di finanziamento e le imprese che stanno effettuando assunzioni al momento della richiesta.

“Fin Job – spiega la Bper -  si propone di finanziare fino al 70% della retribuzione annua lorda dei lavoratori nuovi assunti con un contratto di almeno 12 mesi, fino al raggiungimento del massimo finanziabile di 100.000 euro.

Le imprese che decideranno di sottoscrivere il nuovo finanziamento potranno inoltre beneficiare, fino al 31 dicembre 2014, di condizioni economiche agevolate e di un POS con canone gratuito per l’intera durata del finanziamento (massimo 18 mesi)”.

“Questa proposta – dichiara Giorgio Barbolini, direttore commerciale del Gruppo BPER – è un segnale dell'attenzione che la banca riserva a tutte quelle iniziative che mirano a sostenere la forza occupazionale e le necessità dell'imprenditoria che investe e crede nel futuro”.

 

Tag: bper

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.