26 gennaio 2015 - Ravenna, Cronaca

Rapina all’Esp, ruba un caricabatterie poi scappa in Jaguar

L’uomo si è presentato in Questura dicendosi pentito del suo gesto

Ieri pomeriggio la Polizia di Stato é intervenuta nel parcheggio ESP su richiesta di una guardia giurata colpita con pugni al volto da un giovane sconosciuto che poco prima aveva rubato un accessorio per cellulari.

Il furto dagli scaffali non è sfuggito alla registrazione delle telecamere a alla sicurezza interna del supermercato che ha immediatamente avvisato la guardia giurata ai varchi di uscita.

Questi ha atteso il giovane che una volta uscito dalla barriera “senza acquisti” proseguiva la marcia verso i parcheggi auto nonostante gli inviti del vigilante a seguirlo in direzione.

Giunti all’esterno il giovane per assicurarsi la fuga ha colpito  la guardia giurata che non desisteva dall’inseguimento riuscendo ad annotare il numero di targa dell’auto del rapinatore che a fari spenti e con manovre pericolose ha imboccato la strada statale.

Sul posto sono intervenuti gli Agenti di una volante che hanno acquisito tutte le immagini dei fatti. L’auto è risultata essere una Jaguar intestata ad un 35enne residente a Forlì che è stato contattato telefonicamente dagli agenti.

Lo stesso ha ammesso le proprie responsabilità dichiarandosi pentito di quello che aveva fatto e presentandosi dopo poche ore in Questura dove è stato indagato in stato di libertà per Rapina e lesioni dolose.

La guardia giurata è dovuta ricorrere invece alle cure dei sanitari del pronto soccorso ove è stato giudicato guaribile in 10 giorni.

 

 

 

Tag: esprapina

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.