30 settembre 2009 - Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Economia & Lavoro, Politica

Simoni: "Bisogna investire sulla formazione dei ragazzi"

Incontro tra istituzioni e sindacati sui tagli all'istruzione. Nasce un tavolo di coordinamento.

 

"L'istruzione è elemento fondante e imprescindibile delle società. Una scuola di qualità necessita di risorse certe e stabili". E' critico il giudizio di Nadia Simoni, assessore provinciale alle politiche educative, circa i tagli del Governo all'istruzione. 

"Le scelte compiute dal Governo, improntate unicamente al risparmio della spesa, producono anche nella nostra provincia una riduzione del servizio pubblico e un impoverimento dell'offerta formativa". E' critico il giudizio di Nadia Simoni, assessore provinciale alle politiche educative, circa i tagli del Governo all'istruzione".

 

Se ne è parlato questa mattina alla Conferenza Provinciale di Coordinamento, alla quale hanno partecipato anche il Dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale, Giancarlo Mori, Monica Ottaviani della CGIL Scuola a nome dei sindacati della scuola, Piero Tamburini, presidente dell'Associazione delle Autonomie Scolastiche, e il Sindaco del Comune di Massa Lombarda, Linda Errani, che sottolinea "la sempre maggiore difficoltà degli enti locali ad affrontare i problemi dei tagli di risorse alle scuole, cui i comuni, pure oggetto di minori trasferimenti dallo stato, comunque chiamati a rispondere dalla cittadinanza".

Al termine della conferenza i partecipanti hanno auspicato l'apertura di un tavolo di confronto tra Istituzioni,  Scuole e enti economici per esaminare i problemi ed affrontarli in sinergia.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.