Lavoratori immigrati, un aiuto per la burocrazia

Comune e Cna hanno siglato un protocollo

Venire incontro alle esigenze di lavoratori e imprenditori immigrati in materia di rinnovo di permessi di soggiorno, ricongiungimenti familiari, decreto flussi e tutti gli adempimenti burocratici a cui sono sottoposti i cittadini extra Ue che risiedono in Italia.
Sono questi gli obiettivi che si pone il protocollo, siglato questa mattina,  tra Cna e Comune di Ravenna sul “governo locale dell’immigrazione”.

“Si tratta di un’iniziativa simile a quella già messa in atto con i sindacati - ha spiegato l’assessore alle Politiche per l’immigrazione, Ilario Farabegoli -, che prosegue nell’obiettivo di costruire una rete pubblico-privata in grado di rispondere ai bisogni del territorio”.
Se il Comune si impegna, tra le altre cose, a realizzare corsi di formazione  per gli operatori degli sportelli, in modo che le informazioni fornite agli utenti e l’interpretazione delle normative siano il più possibile omogenee, Cna si impegna a promuovere la cultura della sicurezza sul lavoro attraverso depliant informativi multilingue.

I piccoli imprenditori artigiani di origine straniera sono in crescita in tutta la regione. In Emilia-Romagna, secondo i dati forniti da Daniela Toschi, responsabile Relazioni industriali della Cna di Ravenna, e Andrea Dalmonte, presidente comunale dell’associazione, sono 30mila, di cui 7.300 iscritti alla Cna, e rappresentano il 12 per cento dell’imprenditoria artigiana. Nel 2009, gli imprenditori stranieri iscritti alla Cna ravennate erano 450 (di cui oltre il 20 per cento donne),  mentre i dipendenti extra Ue avevano oltrepassato i 1.700. La maggioranza è giovane e ha tra i 30 e i 40 anni.

La Cna, attraverso Cna World, da tre anni ha attivato sportelli su tutta la provincia. Dal 2007 a oggi, come ha spiegato la responsabile del servizio, Fatou Boro Lo, ci sono stati 700 contatti per il disbrigo della varie pratiche burocratiche o per ricevere consulenze sull’avvio di un’attività.

Soddisfatto del protocollo il sindaco Fabrizio Matteucci, che lo ha definito “un nuovo tassello nelle politiche di integrazione”.

Gli sportelli Cna World sono a Ravenna, Cervia, Faenza e Lugo. Per informazioni: cnaworld@ra.cna.it
(v.r.)

I contenuti del protocollo

Gli obiettivi:
 
affrontare l’emergenza amministrativa,  determinata dalla complessità della procedura ELI 2, in vigore dal 11/12/2006, che lungi dal ridurre i tempi di attesa ed eliminare le file davanti agli uffici pubblici, ha invece aggravato ulteriormente e al di là di ogni aspettativa, i disagi dei cittadini stranieri con enormi sovraccarichi funzionali degli enti locali, delle associazioni e dei patronati che si stanno facendo carico, con risorse proprie, di assistere l’utenza straniera in questi iter sempre più lunghi, complessi e farraginosi;

affrontare le problematiche inerenti i ricongiungimenti e le coesioni familiari;

favorire i percorsi di orientamento al lavoro autonomo e dipendente di cittadini stranieri;

fornire informazioni ai cittadini stranieri, che intendono aprire un’attività autonoma, sulle attività di consulenza che CNA World svolge in materia di adempimenti amministrativi e fiscali necessari per l’avvio di impresa, anche divulgando materiale informativo specifico;

ridurre i tempi di attesa per i cittadini immigrati migliorando l’accesso alle istituzioni pubbliche;

favorire il radicamento della nascente rete regionale contro le discriminazioni promossa dalla regione Emilia Romagna;

governare in modo equilibrato la rete sul territorio degli sportelli dedicati ai cittadini stranieri;

governare in  modo equilibrato i processi migratori nel territorio ravennate.

Gli impegni:

Coordinare le proprie rispettive reti di sportelli territoriali in modo da evitare inutili ed inefficienti duplicazioni e potenziare l’ambito di attività dei centri immigrati, di orientamento al lavoro, delle antenne informative e con funzioni di sportello presenti sul territorio;

Assistere il cittadino straniero nella predisposizione completa della pratica amministrativa, sia cartacea che elettronica, di rilascio/ rinnovo dei titoli di soggiorno e di rilascio nulla osta al ricongiungimento familiare;

Assistere il cittadino straniero durante tutto l’iter della pratica  al fine di facilitare i rapporti dei cittadini immigrati con le Istituzioni pubbliche, in particolare con gli uffici periferici dello Stato;

Partecipare ad eventuali tavoli tecnici di verifica della procedura ELI2;

Partecipare a  programmi di incontro periodici, promossi dal Comune di Ravenna, per l’aggiornamento delle procedure, per la trattazione di casi specifici, per gli scambi di informazione e l’eventuale approfondimento normativo;

Partecipare ad incontri informativi e di approfondimento rivolti agli altri Enti pubblici e privati in particolare con gli uffici periferici dello Stato territorialmente competenti, al fine di favorire la comunicazione ed il coordinamento dei diversi soggetti che operano nello stesso settore;

Promuovere e diffondere materiale multilingue, anche sui mezzi di stampa, che possano chiarire all’utenza i contenuti tecnici dei procedimenti amministrativi inerenti i diritti riconosciuti dalla disciplina vigente, con particolare riferimento all’avvio di attività di impresa e di lavoro autonomo;

Partecipare alla promozione e diffusione della normativa vigente contro le discriminazioni;
Aderire ad una eventuale piattaforma formativa per formare operatori degli enti locali e delle associazioni sulla gestione dei processi migratori e delle sue dinamiche;

Divulgare, anche a mezzo stampa, il presente accordo e le eventuali e successive integrazioni e/o variazioni
Comunicare agli enti aderenti al protocollo eventuali variazioni inerenti aspetti organizzativi e documentali inerenti lo svolgimento del servizio;

Avviare ulteriori azioni e buone prassi nel rispetto della normativa vigente per facilitare l’integrazione sociale e la permanenza legale dei cittadini stranieri soggiornanti nel nostro territorio.
Promuovere la sicurezza sul lavoro dei cittadini stranieri, con particolare riferimento al lavoro autonomo promuovendo una cultura che porti ad una maggiore integrazione tra gli imprenditori e lavoratori stranieri e quelli italiani che spesso condividono l’operatività sui luoghi di lavoro.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.