2 aprile 2010 - Ravenna, Cronaca

Lotta al degrado, la Pm contro abusi e maleducazione

Sicurezza sul lavoro, rifiuti abbandonati, musica ad alto volume: controlli in città

Il corpo di Polizia Municipale è stato impegnato nel controllo del territorio, ponendo particolare attenzione alla lotta al degrado urbano. Varia la "casistica" riscontrata. 

In centro storico, nelle vie Zirardini e Rasponi, è stato verificato l’abbandono di rifiuti al di fuori degli appositi spazi. Gli agenti hanno notato sacchi di rifiuti abbandonati e sono riusciti ad individuare cinque persone, residenti in zona, che venivano sanzionate.

Controlli ad un cantiere edile

In via Cesarea, in collaborazione con la ASL di Ravenna ed il Servizio Medicina del Lavoro, è stato controllato un cantiere edile: sono varie le anomalie riscontrate. In particolare sono stati eseguiti accertamenti relativamente al montaggio della gru di cantiere ed alla corretta installazione di paratie protettive. Al responsabile dei lavori, per il quale sono ancora in corso verifiche ed accertamenti presso i competenti uffici edili, è stata contestata la mancanza di autorizzazione per l'occupazione della sede stradale.

Alto volume nei bar

Personale della PM, anche a seguito delle diverse segnalazioni, per disturbo, durante le ore notturne, provocato da musica emanata da bar e pub situati nel centro città, ha svolto alcuni controlli. Gli accertamenti a tutt’oggi eseguiti hanno evidenziato la regolarità delle autorizzazioni. I controlli per il disturbo alla quiete pubblica, al momento, non hanno quindi prodotto esiti sanzionatori, ma resta, comunque, alta l’attenzione del personale specializzato dell’Ufficio Commerciale della PM.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.