5 aprile 2010 - Ravenna, Faenza, Lugo, Cronaca

Gli allievi geometri della provincia a scuola di sicurezza

Sono 57 i giovani che hanno frequentato i corsi della Scuola edili al di fuori del normale orario di lezione

Da oltre un decennio, la Scuola edili, con la collaborazione del Servizio Srevenzione Sicurezza Ambiente Lavoro dell’Ausl di Ravenna, propone corsi di formazione per la sicurezza nei cantieri agli allievi dell’ultimo biennio degli Istituti tecnici per geometri della provincia: il Morigia di Ravenna, il Compagnoni di Lugo e l’Oriani di Faenza.
Nelle scorse settimane si sono conclusi i corsi del biennio 2008-2010, con le prove di verifica e la consegna degli attestati ai 57 allievi che avevano portato a termine positivamente il percorso; l’anno precedente erano stati 48, mentre sono 73 gli studenti di quarta che hanno intrapreso a gennaio il corso 2009-2011.

“Sono numeri interessanti - commentano in una nota i responsabili della Scuola edili -, che acquistano tanto più valore se si considera che i corsi si svolgono al di fuori del normale orario scolastico, richiedendo quindi un impegno supplementare a studenti già molto impegnati nello studio delle materie obbligatorie”.
Le lezioni sono tenute dagli ispettori dell’Ausl che effettuano la vigilanza nei cantieri edili; viene messa a fuoco la normativa con un approccio pratico: l’attenzione si concentra in particolare sugli aspetti su cui più frequentemente si riscontrano carenze ed omissioni in materia di sicurezza.
“Alla base di questa iniziativa c’è la consapevolezza che il miglioramento del livello di sicurezza sul lavoro non passa solo dall’imporre regole e dal vigilare sul loro rispetto ma, prima ancora, dal diffondere una ‘cultura’ della prevenzione e della sicurezza, operazione culturale che, per essere efficace, deve iniziare prima dell’ingresso nel mondo del lavoro”.

A ciò si aggiunge l’opportunità di costruire competenze e titoli spendibili sul mercato del lavoro; infatti, le 60 ore del corso costituiscono per gli studenti un credito formativo pari a metà delle 120 ore di formazione necessarie per ricoprire la funzione di coordinatore della sicurezza nei cantieri edili ai sensi del Testo Unico in materia di igiene e sicurezza sul lavoro (D.lgs. 81/08).
Si tratta di una funzione obbligatoria in ogni cantiere, per ricoprire la quale le imprese si rivolgono generalmente a liberi professionisti, e quindi di un interessante opportunità professionale per i futuri geometri.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.