15 aprile 2010 - Ravenna, Agenda, Cultura

“La Morte a Venezia” rivive a Ravenna

A Casa Melandri la presentazione del capolavoro di Thomas Mann nella nuova traduzione di Elisabeth Galvan

Venerdì 16 aprile alle 18 nell’ambito degli incontri organizzati dal Centro Relazioni Culturali alla Sala D’Attorre di Casa Melandri, Elisabeth Galvan presenterà “La Morte a Venezia” di Thomas Mann, nella sua recente traduzione. Parteciperà alla presentazione Arnaldo Benini.

La genesi di un capolavoro
Quando esce "La morte a Venezia", nell'autunno del 1912, Thomas Mann ha trentasette anni, è sposato con la bella e ricca Katia Pringsheim, è padre di quattro figli. Ha già scritto "I Buddenbrook" e "Tristano" e "Tonto Kroger" ed è uno scrittore ormai affermato, per alcuni critici forse al culmine della propria potenza narrativa. Da qualche anno la letteratura è dominata dalle avanguardie storiche, mentre in tutta l'Europa si avvertono presagi di guerra. Ma nel lungo racconto sulla fine di Gustav von Aschenbach la crisi che scuote alle fondamenta quel mondo resta soltanto sullo sfondo. In primo piano c'è l'impietoso ritratto, talvolta perfino caricaturale, del grande autore trascinato dall'avventura artistica e dalla pulsione erotica verso la morte.

C'è la passione del maturo protagonista, la disgregazione morale, la perdita del contegno e del dominio di sé. Sono pagine nelle quali Thomas Mann racconta in maniera spesso paradossale ed enfatica la patologia della vocazione estetica, la disciplina e il culto della perfezione formale, le strategie di difesa dal disordine e dal caos; rappresenta ancora una volta la cultura e la bellezza come diminuzione dello slancio vitale, come corruzione della vita e dei valori borghesi. Che Venezia sia qui l'ambiguo e stupendo fondale degli eventi descritti, è anche un omaggio alla grande letteratura di fine secolo e a tutta la cultura del decadentismo europeo. Dal libro è stato tratto un film nel 1971, diretto da Luchino Visconti.

La traduttrice
Elisabeth Galvan insegna letteratura tedesca all’Università l’Orientale di Napoli. Autrice di numerosi saggi sull’opera di Thomas Mann in Italia e in Germania, collabora alla Edizione completa commentata delle sue opere in corso di pubblicazione presso l’editore S.Fischer di Francoforte ed è membro del comitato scientifico della Deutsche Thomas-Mann-Gesellshaft. Si è occupata di letteratura del Terzo Reich e di letteratura e mito nel primo Novecento Tedesco.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.