15 aprile 2010 - Ravenna, Cronaca

Municipale Ravenna, strumenti high tech contro il degrado

Un nuovo sistema informatico per monitorare la città. Nel 2013 saranno 200 gli agenti in forza al Comando

In occasione della alla presentazione dell’Open day di sabato prossimo, sono stati illustrati anche alcuni progetti che la Polizia municipale di Ravenna, in collaborazione con altre aree del Comune, enti, società e forze di polizia presenti sul territorio, sotto il titolo “Insieme miglioriAmo Ravenna”, e che sono stati finanziati attraverso un contributo regionale di 77mila euro. Il Comando sta per dotarsi di nuove apparecchiature high tech contro il degrado.

"La Polizia municipale è al servizio del cittadino, la cui difesa è al primo posto nei compiti del nostro Comando - ha spiegato il comandante Stefano Rossi -. Dallo scorso ottobre sono iniziate le assunzioni di nuovi agenti e per il 2013 dobbiamo arrivare a 200 uomini, numero che secondo la Regione Emilia Romagna è necessario per il controllo di una città come Ravenna".

Ritornando allo scopo del progetto, che si articola poi in obiettivi e azioni più specifici, i quali una campagna informativa sull’attività della Polizia municipale, si tratta di migliorare sempre di più il rapporto con i cittadini e di garantire loro una maggior percezione di sicurezza, incrementando i servizi di controllo del territorio e rendendo quindi il personale del corpo di Polizia municipale più ‘visibile’.

“Si concretizza così – ha aggiunto Stefano Rossi – la nostra mission che mette il cittadino è al centro di tutte le funzioni del Corpo della Polizia Municipale, così come cita il nostro regolamento all’art. 2: ‘il Corpo di P.M. opera al servizio dei cittadini garantendo il regolare svolgimento della vita della comunità e delle attività volte al conseguimento della sicurezza locale’.
Nel dettaglio, per avere un quadro completo e di insieme di tutte le problematiche del territorio si utilizzerà il sistema informatico Ril.Fe.De.Ur, che permetterà di gestire tutti gli esposti e le segnalazioni dei cittadini, lasciando traccia dell’assegnazione e della gestione della pratica. Tale sistema non solo permetterà di avere sempre sotto controllo le segnalazioni e di conoscere meglio le criticità, ma ridurrà i tempi di lavoro e di risposta, nonché le spese economiche sostenute per fotocopiare i documenti”.

Per quanto riguarda le segnalazioni di disturbo della quiete pubblica, dovute ad esempio alla presenza di cani o attività rumorose, attualmente per il personale che interviene è molto difficile procedere a riscontri oggettivi. Si ovvierà a tale situazione con l’acquisto di un fonometro, che fornirà un supporto tecnico alla risposta da dare.

Altro fronte sul quale gli agenti sono spesso chiamati a intervenire è quello dei controlli sui mezzi pesanti. Quattro nuovi scooter permetteranno al personale di muoversi più facilmente sul territorio; tre termometri per il rilevamento delle temperature di appurare con certezza se le merci alimentari vengono trasportate alla temperatura giusta affinché non ci sia alterazione della qualità del prodotto. Previsto anche l’acquisto di sistemi diagnostici, software ed accessori per la lettura del cronotachigrafo digitale e di due autovetture con vano tecnico.

Infine, per combattere lo stato di degrado di alcune zone della città è in programma l’acquisto di due telecamere, che permetteranno di rilevare infrazioni quali ad esempio scarichi abusivi. Inoltre si intende agire in ordine alla pulizia di luoghi utilizzati per la notte da persone senza fissa dimora e di aree anche di valore storico ambientale spesso utilizzate come servizi igienici. Si prevede poi un’azione preventiva – repressiva per eliminare e limitare le discariche abusive sia di grandi dimensioni che quelle che si verificano quando non vengono correttamente utilizzati i bidoni di raccolta.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.