30 luglio 2015 - Ravenna, Cronaca

In Piazza San Francesco arriva la rassegna musicale “anti degrado”

Quest’anno vi si terranno tutti i concerti di “Sotto le stelle di Galla Placidia”

Domenica 2 agosto alle ore 21.15 prende il via la dodicesima edizione della rassegna musicale “Sotto le Stelle di Galla Placidia” con la Tiger Dixie Band che proporrà un concerto all’insegna delle sonorità di New Orleans di inizio Novecento.

Quest’anno tutti i concerti si terranno in Piazza San Francesco al fine di contribuire, attraverso la musica, a riqualificare un luogo che ultimamente è passato alle cronache per i ben noti e spiacevoli episodi di degrado.

L’idea è stata lanciata dal Primo Massaro Paolo Bezzi e sostenuta economicamente dalla Casa Matha ed è stata accolta dal direttore artistico Matteo Salerno nonché dalle istituzioni pubbliche e dalla Curia che ha autorizzato l’utilizzo della piazza per l’intero mese di agosto.

La rassegna come sempre si caratterizza per il tono divulgativo della programmazione che abbraccia stili e repertori differenti adatti ad una grande fascia di pubblico. Oltre alla musica dixieland con cui si aprirà la rassegna sono in programma concerti di musica lirica, musica klezmer, musica da film, musica swing fino al singolare appuntamento finale in cui si esibirà un’orchestra di Hukulele con un repertorio di standard rivisitati per questa atipica formazione.

La rassegna ha il patrocinio della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Ravenna ed è resa possibile grazie al contributo del Comune di Ravenna, della Casa Matha e della Banca Popolare. In caso di maltempo sarà sempre la Casa Matha a mettere a disposizione i propri locali per recuperare gli spettacoli.

La direzione artistica è a cura del flautista ravennate Matteo Salerno.

 

CALENDARIO

Domenica 2 agosto

SOGNANDO NEW ORLEANS

Tiger Dixie Band

Ottoni, chitarre e percussioni

 

venerdì  7 agosto

LA MUSICA AL CINEMA

Magnasco Movie Quartet

Pianoforte, violino, clarinetto e fisarmonica

 

Domenica 9 agosto

OMAGGIO ALLA CALLAS

Chitarra, flauto e soprano

 

Venerdì 14 agosto

ITALIANI D’AMERICA

Con Lele Riceputi

Voce, chitarra, batteria e pianoforte

 

Domenica 16 agosto

SIMAN TOV

Musica Klezmer

Clarinetto, fisarmonica, violino e contrabbasso

 

Venerdì 21 agosto

ORCHESTRA DI HUKULELE

Hukulele Lovers

Hukulele e cantanti

 

Domenica 2 agosto

SOGNANDO NEW ORLEANS

 

TIGER DIXIE BAND

 

La Tiger Dixie Band è una delle poche band a livello internazionale, che si dedica sistematicamente al recupero del Jazz degli “anni ruggenti”, proponendolo con un approccio interpretativo originale ed attuale.

 

Le atmosfere tipiche del New Orleans e del Chicago Style, del Charleston e del Ragtime, sono filologicamente rispettate nel timbro e nello spirito, anche per via dell’utilizzo di alcuni strumenti originali dell’epoca. Il sound generale è però filtrato attraverso le esperienze musicali più moderne dei singoli membri della Tiger Dixie Band, che si fondono sui vari piani dell’esecuzione, dall’arrangiamento all’improvvisazione.

 

Ciò fa sì che il repertorio del gruppo, anche quando questi si muove nel territorio tradizionale, non risulti un prodotto di carattere revivalistico, ma piuttosto espressione della volontà di rendere evidente quanto questo genere musicale non sia invecchiato più dello Swing, del Bebop o dell’inossidabile “corpo” degli standards. Alla base dei vari progetti della Tiger Dixie Band sono presi a modello i grandi nomi degli albori del 20° secolo e del primo dopoguerra, tra cui Louis Armstrong, Jelly Roll Morton, Fats Waller e Bix Beiderbecke.

 

Paolo Trettel, tromba

Stefano Menato, clarinetto e sax soprano

Fiorenzo Zeni, sax tenore

Luigi Grata, trombone

Andrea Boschetti, banja e chitarra

Renzo De Rossi, piano

Giorgio Beberi, sax basso

Claudio Ischia, batteria

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.