4 maggio 2010 - Ravenna, Cronaca

“Carradori uomo di trasparenza, correttezza e imparzialità”

Emanuela Giangrandi: "Fiduciosa che le indagini dimostreranno la sua estraneità ai fatti contestati”

“La Conferenza Sanitaria Territoriale e Sociale che presiedo non può che porsi in condizione di rispettosa attesa degli sviluppi”, è il commenti di Emanuela Giangrandi sulla vicenda che sta coinvolgendo il direttore dell’Ausl di Ravenna.

“Nella gestione della sanità non ci devono essere ombre che possano offuscare il rispetto delle regole e la correttezza degli atti amministrativi – prosegue la Giangrandi – e quindi di fronte all’indagine della procura di Forlì che vede coinvolti il direttore generale dell’Ausl di Ravenna ed il direttore amministrativo per una gara per l’assegnazione di servizi in area vasta, la Conferenza Sanitaria Territoriale e Sociale che presiedo, non può che porsi in condizione di rispettosa attesa degli sviluppi. Già da ora però mi sento di esprimere apprezzamento per la consueta trasparenza con la quale il direttore Tiziano Carradori dà conto all’opinione pubblica delle indagini che lo riguardano e che in passato lo hanno visto scagionato dalle accuse che gli erano state rivolte. Dal 2004, anno in cui il Dott. Carradori è stato incaricato di dirigere l’Asl di Ravenna, ne abbiamo potuto apprezzare, oltre che la trasparenza anche la correttezza e l’imparzialità con cui ha svolto il suo mandato, e quindi sono fiduciosa che nell’esercizio del suo diritto di difesa gli sarà possibile fornire tutte le spiegazioni idonee a dimostrare l’estraneità ai fatti contestati”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018