5 ottobre 2009 - Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Sanità

Un preaccordo per i lavoratori della sanità privata

Lo chiedono i sindacati: "Non ricevono aumenti da quattro anni"

Cgil, Cisl e Uil chiedono un preaccordo sul contratto collettivo nazionale della sanità privata: "Vogliamo, in questo modo, che sia messo nero su bianco l’impegno dei datori di lavoro a firmare i nuovi contratti. Impegno finora mancato a fronte del prevalere di un atteggiamento di chiusura al negoziato".

"I lavoratori della sanità privata - spiegano in una nota i sindacati - attendono il rinnovo da 4 anni, quando nello stesso periodo negli altri comparti pubblici e privati sono stati firmati ben 2 bienni contrattuali".

Il preaccordo, sostengono i sindacati, sarà fatto firmare azienda per azienda: per ora è stata chiesta udienza alle direzioni delle cliniche private Villa Maria Cecilia Hospita, Domus Nova, San Pier Damiano, Villa Azzurra, San Francesco e Villa Stacchini.

"Gli oltre 560 lavoratori della sanità privata della provincia di Ravenna lavorano ogni giorno per assicurare buoni servizi ai cittadini: vogliamo che siano riconosciuti loro la stessa dignità e le stesse opportunità dei colleghi delle strutture sanitarie pubbliche".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019