14 settembre 2015 - Ravenna, Cronaca

Quartiere Alberti, arriva il WiFi gratuito per una nuova “Social Street”

Il 17 settembre l’inaugurazione. Si parte con le letture digitali

Sarà la Festa del Quartiere Alberti, il 20 settembre, la prima cassa di risonanza del nuovo punto WiFi pubblico realizzato da Confesercenti in Piazza Bernini, con il contributo di Camera di Commercio e Cassa di Risparmio di Ravenna ed il patrocinio del Comune di Ravenna. L’inaugurazione vera e propria si terrà, però, qualche giorno prima, il 17 settembre alle 17,30, quando verrà anche mostrato il nuovo totem illustrativo e nell’area verde adiacente seguirà #pickebook, un evento conviviale di promozione alla lettura digitale, un picnic letterario a tutti gli effetti. In collaborazione con Liberamente (libreria del Quartiere) e il Festival GialloLuna  NeroNotte saranno presentati ben quattro scrittori che pubblicano non solo in cartaceo, ma anche in digitale: Serena Versari, Massimo Padua, Nicola Lombardi e Marco Puglia leggeranno estratti dai loro e-book, un primo esperimento per una serie di eventi che la Confesercenti si augura possano fiorire per i prossimi mesi. In occasione di questo evento sarà possibile acquistare i quattro e-book degli autori presenti ad un prezzo speciale presso Liberamente e, presentando lo scontrino al Caffè d’Assi, i lettori avranno un piccolo omaggio gastronomico da gustare durante il picnic letterario. L’associazione invita tutti a partecipare portando il proprio e-reader/tablet per collegarsi e testare il nuovo punto WiFi: in caso di pioggia l’evento si terrà comunque sotto il portico presso il Caffè d’Assi.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato nella conferenza stampa che si è tenuta quest’oggi il Presidente di Confesercenti Ravenna Gianluca Gasperoni – è quello di inserire ancora più profondamente nella vita del quartiere la comunità di Confesercenti. A questo proposito il nuovio WiFi è proprio uno strumento per tessere e ricucirne la quotidianità comune. A breve ci saranno tutte le condizioni perché possa nascere una comunità allargata (Social Street) per condividere anche elementi (segnalazioni ecc.) che riguardano la sicurezza della zona”.

Gli utenti potranno collegarsi alla rete “WiFi Piazza Bernini” gratuitamente con un’autenticazione social, ovvero una registrazione tramite i profili Facebook, Google+ , Twitter e Four Square. Allo spazio fisico si affianca lo spazio virtuale della landing page dove verranno inserite news che riguardano il quartiere, dalle iniziative alle  proposte commerciali, cercando di creare coinvolgimento ed interazione tra le attività economiche e i frequentatori dell’area.

“Come associazione al servizio delle imprese – ha spiegato Confesercenti – crediamo che questa sia un’opportunità di aggregazione per chi vive e lavora nel Quartiere Alberti, un valore aggiunto per creare una comunità attiva e propositiva che ora ha uno spazio virtuale libero, a disposizione di tutti”.

Per la realizzazione del WiFi si è scelto, come ha precisato la Confesercenti, di utilizzare una tecnologia da esterno poco impattante (solo 2 antenne sul palazzo di Confesercenti coprono tutta la piazza).  E per i prossimi mesi già si pensa ad un tavolo di coordinamento degli operatori del quartiere per realizzare attività promozionali che possano far leva sul nuovo WiFi, magari anche con l’aiuto di un consulente di marketing.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.