21 maggio 2010 - Ravenna, Cultura

Il Ravenna Festival presenta Evita

Appuntamento aperto al pubblico al Ridotto dell'Alighieri

Ravenna Festival, dopo Cats e Mamma Mia, continua nella grande tradizione del musical. Evita, il capolavoro di Andrew Lloyd Webber - in scena al PalaFiera di Forlì dal 22 al 26 giugno- sarà presentato al pubblico questo pomeriggio, venerdì 21 maggio al Teatro Alighieri (Sala Corelli alle 18, ingresso libero). In programma momenti di ascolto e proiezioni video, con due esperti come Franco Dassisti e Sandro Avanzo.

Franco Dassisti è un giornalista musical-cinematografico, autore e conduttore radiofonico, da nove anni alla guida del settimanale di cinema di Radio 24 "La Rosa Purpurea".
Sandro Avanzo è uno dei massimi esperti italiani di Musical, e fra i più autorevoli critici teatrali del panorama italiano.

Evita ripercorre la sensazionale e irresistibile ascesa di Maria Eva Duarte de Perón dalle umilissime origini alla salita al potere al fianco del marito Juan Domingo Perón, sino alla prematura morte (a soli 33 anni), mostrando da un lato l'amore, spinto sin quasi alla venerazione, da parte del suo popolo, e dall'altro, l'atteggiamento ironicamente disincantato di un narratore di eccezione: Ernesto “Che” Guevara.

Dal suo esordio nel lontano 1978 nel West End londinese il musical – dal quale è stato tratto anche il film omonimo con Madonna nel ruolo principale, e Antonio Banderas in quello di Che - concepito da Sir Andrew Lloyd Webber (l’autore di Cats, Jesus Christ Superstar e The Phantom of the Opera) e Tim Rice non termina di affascinare ed emozionare il pubblico di tutto il mondo, grazie anche a vere e proprie canzoni evergreen come “Don’t cry for me Argentina” o “On This Night of a Thousand Stars”.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.