4 novembre 2015 - Ravenna, Faenza, Lugo

Cinquanta studenti in visita ai lager di Auschwitz-Birkenau

Un progetto degli istituti di Faenza, Lugo e Ravenna

E' partito oggi un gruppo numeroso di studenti della provincia di Ravenna, in visita per quattro giorni, ai lager di Auschwitz-Birkenau, nella Polonia meridionale, e a Cracovia. Dopo il successo delle scorse edizioni, anche quest’anno l’Istituto Storico della resistenza e dell’età contemporanea di Ravenna, grazie al fondamentale contributo economico dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna e dell’Associazione Aurora di Ravenna, è riuscito a organizzare un Viaggio della Memoria dimezzando il costo a carico dei 50 studenti partecipanti.

Si tratta della parte formativa centrale di un percorso didattico avviato nei mesi scorsi con alcune classi quarte di Istituti di Faenza, Lugo e Ravenna.

Durante la permanenza in Polonia gli studenti visiteranno, oltre campo di concentramento di Auschwitz e il campo di sterminio di Birkenau, dove i nazisti tra il 1942 e il 1945 uccisero circa un milione di persone, la Cracovia ebraica e il Museo Schindler, luoghi-simbolo della Shoah.

Il gruppo è composto di 50 studenti frequentanti le classi quarte  del Liceo “Torricelli Ballardini” di Faenza, del Polo Tecnico di Lugo e degli istituti ravennati ITG “C. Morigia”, Liceo Artistico “P. L. Nervi” e Liceo Classico “D. Alighieri”, accompagnati da quattro docenti e dal direttore dell’Istituto storico di Ravenna, dott. Giuseppe Masetti.

Di ritorno dal viaggio il gruppo proseguirà l’itinerario didattico, in vista del 'Giorno della Memoria 2016', per riflettere sull’esperienza vissuta e comunicare alle rispettive comunità di appartenenza quanto elaborato durante il percorso.

Obiettivo principale del progetto è difatti formare testimoni di seconda generazione, in grado di continuare la trasmissione della memoria della Shoah alle generazioni future.

 

 

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.