3 dicembre 2015 - Ravenna, Cronaca

Servizi educativi 0-6 anni, domani il dibattito a Ravenna

Dopo Reggio Emilia e Piacenza tappa in Romagna

Dopo le tappe a Reggio Emilia e Piacenza proseguono gli incontri con gli amministratori locali delegati alle politiche per l’infanzia promossi dalla vicepresidente e assessore alle Politiche di welfare della Regione, Elisabetta Gualmini, sulla revisione della legge sui servizi educativi per la prima infanzia.
Venerdì 4 dicembre, sarà la volta di Ravenna, alle ore 10.00 nella sala del Consiglio Comunale (Residenza Municipale, Piazza del Municipio, 2) e Cesena alle 14,30  nell’Aula Magna della Biblioteca Malatestiana (Piazza Bufalini 1).
L’obiettivo è raccogliere contributi utili per definire il nuovo programma di sviluppo delle politiche regionali rivolte al sistema educativo e ragionare su una maggiore flessibilità organizzativa dei nidi, dare indicazioni ai Comuni per uniformare le tariffe e adeguare il rapporto educatori-bambini agli standard nazionali.
Prosegue, quindi, il dibattito su una riforma del sistema educativo per la fascia di età 0-6 che si rende necessario in un contesto sociale ed economico profondamente cambiato nella nostra regione.
“Un confronto politico a tutto tondo con tutti i decisori locali coinvolti nella rete dei servizi educativi da 0 a 6 anni – così la vicepresidente Elisabetta Gualmini ha definito la natura degli incontri -  con l’obiettivo di andare incontro alle esigenze profondamente cambiate dei nuclei familiari presenti in regione e non di chiudersi in se stessi e di proporre costantemente le medesime soluzioni ai problemi che cambiano, senza scordarsi di creare modelli organizzativi sostenibili”

Sul tema, la Regione Emilia-Romagna è intervenuta nel 2012 con  tre provvedimenti coordinati: la legge 6/2012 (che ha aggiornato quella del 2000), una  direttiva in materia di requisiti strutturali e organizzativi e le linee guida per la valutazione della qualità di tutti i servizi.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.