4 gennaio 2016 - Ravenna, Cultura

Anche il platano di San Vitale tra gli alberi monumentali d'Italia

A Ravenna sono presenti anche alberi di privati tutelati dal Comune come pini, querce, pioppi, ginko biloba

C'è anche il maestoso platano che si trova nell’area del complesso monumentale della basilica di San Vitale e del mausoleo di Galla Placidia nell’elenco degli alberi monumentali d’Italia, ai sensi della legge 10/2013.

Il platano alto 33 metri e con una circonferenza di quasi 500 centimetri, appartiene alla specie Platanus hybrida, ed è stato segnalato alla Regione in virtù delle sue dimensioni e del contesto di pregio paesaggistico e storico culturale nel quale è inserito. La sua designazione è emersa da un censimento effettuato dal Corpo forestale dello Stato su richiesta del Comune. Recentemente la giunta ha recepito, con una delibera presentata dall’assessore all’Ambiente Guido Guerrieri, la decisione della Regione di inserire questo albero tra quelli monumentali d’Italia.

Nel territorio comunale vi sono anche alberi di privati considerati di pregio e tutelati direttamente dal Comune. Al momento sono 45: ventisei pini, undici querce, due pioppi, due tigli, un cedro del libano, un gelso nero, un ginkgo biloba, un ciliegio.

Cinque i criteri utilizzati per la valutazione: la vetustà della pianta; il buono stato fitosanitario generale; la preferenza per specie autoctono/naturalizzate; l’elevato valore paesaggistico; la rarità della specie arborea.

 

(in allegato l'elenco degli alberi tutelati in provincia)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi

Commenti recenti