31 maggio 2010 - Ravenna, Eventi

Una fiaba ecologista tutta ravennate

"Il sacco dell'energia" è il nuovo cartone animato realizzato dalla Panebarco

 

Si intitola “Il sacco dell'energia” ed è una favola ecologica l'ultima nata di casa Panebarco, piccola bottega multimediale nel cuore di Ravenna. Si tratta di un cartone animato che, in modo ironico, con la forza poetica della fiaba e la suggestione della musica racconta ai piccoli, ma anche ai grandi, una storia che parla dell'uomo, dell'origine della vita e dello sfrenato consumismo. “'Il sacco dell'energia' – spiegano alla Panebarco - non contiene ricette o soluzioni, ma si pone come spunto di riflessione, come punto di partenza per intraprendere quel necessario cammino verso una vita quotidiana rispettosa dell'ambiente, lungimirante, consapevole ed eco-compatibile”.

Il cartone animato è liberamente tratto da una storia a fumetti di vent'anni fa scritta da Daniele Panebarco, noto autore e disegnatore di fumetti, con la consulenza scientifica di Enzo Tiezzi, docente ordinario di Chimica fisica all'Università di Siena e luminare già allora dello sviluppo sostenibile.

La trama
La trama, una variante de L'apprendista Stregone, narra del popolo dei Maestri Sapienti il cui svago è creare Universi.
Per creare i perfettissimi Universi ogni Maestro dispone di una trombetta magica e di un sacco di energia purissima; ogni Maestro ha un allievo a cui insegna i misteri della creazione.
Un giorno Maestro Tre deve partire per un lungo viaggio e chiama a sé il suo allievo di nome Epimeteo lasciandogli in custodia trombetta e sacco degli esercizi e raccomandandosi di non aprire il sacco per nessuna ragione (l'energia in esso contenuta è acerba dunque non può creare alcunché di perfetto).
Ma ovviamente Epimeteo (che in greco significa “colui che vede dopo”) non resiste a lungo alla tentazione di aprire il sacco... e così, tanto per ammazzare il tempo, crea un universo pieno di galassie, nebulose, sistemi solari, mettendo in atto un'inarrestabile concatenazione di eventi che ripercorre, in modo simpatico e fantasioso, la storia del nostro pianeta, della piccola creatura chiamata uomo e del suo rapporto con l'energia, dalle origini ad oggi.
Quando lo spettro dello sfrenato consumismo e dell'avidità sembra ormai travolgere la terra e i suoi piccoli abitanti, senza lasciare alcuna via di scampo, ecco che Maestro Tre ritorna e...

Per sapere la fine basta collegarsi al sito www.saccoenergia.it; qui si potrà vedere il trailer, visualizzare informazioni sulla programmazione del film, visitare le pagine della gallery e divertirsi con le schede illustrate.
In Italia è prevista anche la versione concerto-spettacolo che verrà proposta nell'ambito di rassegne teatrali dedicate ai ragazzi dall'associazione Orchestra Citàt di Ravenna.

Il film verrà presentato in Italia al festival CinemAmbiente di Torino (1-6 giugno 2010) per poi prendere il volo per la Francia, dove verrà allestito uno stand dedicato all'iniziativa presso il Mifa, Mercato Internazionale del Film d'Animazione (9-11 giugno 2010) che si svolge nell'ambito del Festival di Animazione di Annecy (giunto quest'anno alla 50° edizione).

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.