24 gennaio 2016 - Ravenna, Cronaca

Turismo, “A dicembre stranieri ancora in calo”

Le maggiori difficoltà nell’area collinare e nella Bassa Romagna

“Le statistiche pubblicate dalla Provincia riguardanti i dati turistici del dicembre scorso, confermano, purtroppo,  un trend negativo del comparto”, ad analizzare i dati è il consigliere provinciale Udc Gianfranco Spadoni, che spiega: “In particolare  gli arrivi del mese di città d’arte prese in esame, Ravenna centro e Faenza, danno un saldo positivo del 3,31% e tutto sommato una buona tenuta anche della costa ravennate e cervese con un 12,13%, mentre la collina, in particolare Brisighella segna un - 20,14% e Riolo Terme - 33,37% rispetto allo stesso  mese del 2014. Tralasciando la Bassa Romagna  con pesanti segni meno un po’ ovunque, fatta eccezione per Lugo con  + 8,20 e Russi + 20,79, sulle presenze di queste ultime si segna rispettivamente un 3,63% per Lugo ma – 23,81 % per Russi, mentre le citate città d’arte Ravenna e Faenza offrono un  segno positivo del 6,09% invece la costa con un meno 0,03 arretra rispetto al quadro complessivo.

Ancora una volta il campanello d’allarme, tuttavia,  è segnato soprattutto dalla consistente diminuzione  del turista straniero. Alcuni esempi lo confermano ampiamente:  

Arrivi                                               Presenze

Francia     – 2,62 %                         - 15,92 %

Germania    – 3,52 %                                  -  12,84 %

Portogallo  - 5,00 %                        - 63,85 %

Regno Unito  34,90%                      -   11,41 %

Altri Pesi europei 0,65 %                - 28,96 %

Da registrare, inoltre, anche l’evidente contrazione del turismo dei Paesi dell’Est e in particolare continua a preoccupare il dato russo su cui, peraltro,  gli enti locali avevano investito parecchio sul piano della promozione. Infatti i dati della Russia  non sono per nulla confortanti: arrivi – 43, 88% e presenze – 16,32% rispetto al dicembre di un anno fa. 

Le statistiche di questi ultimi mesi invernali  presentano non poche criticità su cui servirebbe un’attenta riflessione. Dall’insieme dei numeri  appare evidente come occorra  un modello di turismo più adeguato per richiamare nicchie di turisti che evidentemente ci hanno abbandonato ai quali andrebbe rimodulata una proposta integrata che va, appunto,  dalla città d’arte, alle località balneari sino  alla vicina  collina”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Commenti recenti