22 febbraio 2016 - Ravenna, Cronaca, Arte

Boom di visitatori all'inaugurazione della nuova mostra del Mar

"La seduzione dell'antico" sarà visitabile fino al 26 giugno. LE IMMAGINI

Sono state tantissime le persone che sabato 20 febbraio hanno partecipato all'inaugurazione della nuova attesa mostra del Museo Mar. Fino al 26 giugno 2016 il Museo d'Arte della città di Ravenna ospiterà infatti "La seduzione dell’antico. Da Picasso a Duchamp da De Chirico a Pistoletto".

 

Realizzata grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, la mostra attraversa l'intera storia del Novecento presentando opere e artisti che, grazie alla loro arte, seppero testimoniare una ripresa della tradizione di modelli e valori dell’Antico in chiave moderna.

 

In esposizione grandi protagonisti e alcuni outsiders particolarmente significativi come: Adami, Baj, Bill Viola, Capogrossi, Carrà, Casorati, Ceroli, Chia, Christo, Dalì, De Chirico, de Pisis; Derain, Duchamp, Festa, Fontana, Funi, Guttuso, Jodice, Klein, Leoncillo, Man Ray, Martini, Mitoraj, Morandi, Moreni, Ontani, Paladino, Paolini, Picasso, Pistoletto, Savinio, Schifano,Sciltian, Severini, Utrillo, Vedova,Warhol, tra gli altri.

 

La mostra è a cura di Claudio Spadoni, Antonio Paolucci, Elena Pontiggia e Marco Bazzocchi.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.