24 febbraio 2016 - Ravenna, Cronaca

Igiene ambientale, “Assunti a tempo indeterminato oltre 378 lavoratori”

La gara di appalto promossa da Hera per tutto il Ravennate

Quest’oggi è stato sottoscritto un importante accordo con Ambiente Duepuntozero scarl e con le aziende consorziate Aimeri Ambiente srl e Pianeta Ambiente s.r.l., aggiudicatarie della gara di appalto promossa da Hera Spa per i servizi di raccolta rifiuti, spazzamento e servizi accessori connessi anche alla pulizia degli arenili, per tutto il territorio della provincia di Ravenna.

“Con l'accordo si sono raggiunti quattro importanti obiettivi -  spiegano FP CGIL – FIT CISL – UIL Trasporti Emilia Romagna:

• la garanzia, da parte delle aziende che si sono aggiudicate l'appalto, di assunzione a far data dal 1/3/2016 con contratto a tempo indeterminato di tutto il personale, oltre 378 lavoratori, in forza attualmente alle aziende che gestiscono il servizio;

• l'applicazione del contratto nazionale di settore Fise-Assoambiente per tutti i lavoratori, ad eccezione di quelli che attualmente sono dipendenti di cooperative sociali e che fanno parte di specifici progetti;

• il mantenimento della retribuzione e l'assegnazione di mansioni tali da salvaguardare la professionalità dei lavoratori subordinati che saranno in forza alle aziende del Consorzio che si è aggiudicato l'appalto;

• la non applicazione del Jobs Act (art. 18 Legge 300/70 – Legge 92/2012) per tutti i titolari di lavoro subordinato, quale trattamento di miglior favore”.

FP CGIL, FIT CISL e UIL Trasporti Emilia Romagna esprimono soddisfazione perché “attraverso questo accordo non solo si sono garantiti importanti diritti per i lavoratori coinvolti, ma si è anche fatto chiarezza circa la centralità del contratto nazionale di settore dell'Igiene Ambientale superando l'applicazione di 13 CCNL attualmente in essere e  non più tollerabili.

Questo accordo, di fatto, sarà il riferimento per  tutti i cambi di appalto in corso o che si determineranno in Emilia Romagna nel settore dell'igiene ambientale, ed anche per tali ragioni occorre ribadire la necessità di procedere al più presto alla definizione di un protocollo appalti con Hera nel quale venga sancito che il riferimento contrattuale di settore dell'igiene ambientale è Fise/Federambiente”.

 

 “La Cgil di Ravenna esprime soddisfazione per l'accordo raggiunto con Ambiente Duepuntozero scarl e con le aziende aggiudicatarie della gara di appalto promossa da Hera Spa per i servizi di raccolta rifiuti, spazzamento e servizi accessori connessi anche alla pulizia degli arenili, per tutto il territorio della provincia di Ravenna”, ha spiegato Costantino Ricci, segretario generale della Cgil di Ravenna: “Questo accordo contiene elementi molto positivi a partire dall'impegno sottoscritto dalle aziende di assumere tutti i lavoratori fino ad ora impiegati nei servizi oggetti dell'appalto. Si tratta di un risultato molto importante che, come sindacati, abbiamo sollecitato più volte. Ora vigileremo affinché le condizioni contrattuali siano rispettate e che i diritti dei lavoratori siano garantiti. E' inoltre fondamentale che un servizio così importante per la comunità sia erogato con l'efficienza che lo ha fino ad ora sempre contraddistinto. Hera dovrà vigilare e fare in modo che la qualità del servizio sia sempre garantita e costante. Le aziende che fino ad ora hanno svolto il servizio devono, inoltre, fare in modo che tutti i lavoratori, fin qui utilizzati, siano assunti in tempo utile dalle nuove aziende che si occuperanno del servizio”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.