24 marzo 2016 - Ravenna, Cronaca

Lo Iat arriva in piazza San Francesco, “Procede la riqualificazione”

L’inaugurazione questa mattina

È stata inaugurata questa mattina la nuova sede dell'Ufficio di informazioni e accoglienza turistica  nel palazzo della Provincia. A presiedere la cerimonia il sindaco Matteucci e l’assessore Cameliani. “Gli uffici hanno l'ingresso in piazza San Francesco – ha spiegato Matteucci - uno dei luoghi più belli e suggestivi della città e  saranno  aperti  dal lunedì al sabato  dalle 8.30 alle 19 e la domenica  dalle 9.30 alle 17.30. In questo modo vogliamo offrire un servizio più efficiente  a chi viene a  visitare Ravenna e nello stesso tempo proseguiamo quel percorso di riqualificazione di piazza San Francesco  che abbiamo avviato da qualche tempo per fare diventare questa piazza che è parte integrante della memoria dantesca, un luogo sempre più frequentato e pieno di iniziative.

Il turismo è un settore fondamentale della nostra economia: per questo motivo considero  molto positiva la legge approvata in questi giorni dall'assemblea regionale. E' senz'altro una  buona legge, che contiene  importanti novità per ridare slancio a  questo comparto che ritengo cruciale. 

In particolare – continua Matteucci - la nuova legge affida un ruolo maggiore di coordinamento ed indirizzo politico alla Regione, punta sul protagonismo dei Comuni oltre che su un ruolo attivo dei soggetti pubblici e privati. Prevede una Cabina regionale che avrà il compito di concertare le linee strategiche per la promo-commercializzazione e istituisce uno specifico Osservatorio regionale sul turismo. Quest'ultimo è  un  prezioso strumento per la  conoscenza dei mercati turistici e per sviluppare ed innovare la nostra offerta turistica”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.