Aumentano le imprese che vendono sul web

Dal 2010 ad oggi la crescita è stata pari al 113%

I negozi cosa dovrebbero mettere in atto per esaltare l’esperienza di acquisto dei propri clienti e sopravvivere con successo nell’era di internet? E ancora come misurare la performance di un negozio sul web?

Questi alcuni temi toccati al convegno organizzato da Confcommercio provincia di Ravenna dal titolo “Il negozio nell’era di internet: cosa fare sul web e nel negozio quando il tuo concorrente si chiama Amazon’che si è svolto ieri presso la Sala Bini di Confcommercio Ravenna.

All’incontro erano presenti Mauro Mambelli Presidente Confcommercio Ravenna, Fabio Fulvio Responsabile Settore Politiche per lo Sviluppo di Confcommercio Nazionale che ha illustrato la guida “Il negozio nell’era di internet’, Francesco Carugati Direttore Ascom Confcommercio Faenza e Paolo Caroli Presidente Confcommercio provincia di Ravenna.

Nel corso del convegno sono stati forniti i dati sulla consistenza delle imprese ravennati che vendono, come attività principale, prodotti su internet.

In provincia di Ravenna le imprese che vendono su internet sono 92. A queste se aggiungiamo le imprese che vendono anche per corrispondenza o per telefono il numero sale a 118.

Appena cinque anni fa (dati riferiti al 2010) le imprese che utilizzavano internet per vendere i propri prodotti erano 43 con un aumento quindi del settore del 113%.

Se consideriamo anche le imprese che vendono per corrispondenza e per telefono (nel 2010 erano 71) l’aumento complessivo è del 66%.

Tra i Comuni della provincia, Ravenna con 50 imprese e-commerce (su 118) detiene quasi la metà del mercato, seguita da Faenza (18), Cervia (14) e Lugo (8).

A parte Bagnacavallo (5 imprese che vendono online), Massa Lombarda, Russi e Alfonsine (con 4 imprese a territorio), in tutti gli altri Comuni sono presenti una o due imprese che vendono esclusivamente tramite internet.

A livello territoriale è Cervia il Comune che negli ultimi anni ha registrato il più consistente aumento di aziende e-commerce (da 4 a 14), seguita da Faenza (da 6 a 18).

"Allargando ulteriormente l’orizzonte alle imprese che adottano sia la vendita cosiddetta tradizionale che quella e-commerce - conclude Confcommercio - i dati aumentano sensibilmente, anche se qui non è possibile avere un riscontro statistico in quanto si  propongono attraverso portali di vendita online e non sono misurabili".

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019