26 luglio 2016 - Ravenna, Cronaca

Bucci, “Nonostante i proclami di Matteucci la festa del Patrono è stata un flop”

L’interrogazione del consigliere del Gruppo La Pigna

“Secondo la nostra tradizione Sant’Apollinare è il primo vescovo della Chiesa ravennate, martirizzato nel 74 d.c., assunto alla carica di patrono di Ravenna fin dall’epoca antica”, esordisce così in un’interrogazione sull’esito dei festeggiamenti in onore del Santo, Maurizio Bucci, del Gruppo La Pigna, che continua: “Citando quanto promesso dal Sindaco Matteucci (…) come riportato da LaVoce Ravenna del 16/07/2015: ‘Era il 2012 quando il sindaco Fabrizio Matteucci lanciava il cartellone per fare diventare la festa di Sant’Apollinare un evento cittadino lungo una settimana, capace di coinvolgerei lidi e il centro storico. Un cartellone ricco di eventi, con l’esordio del cinema in piazza (nel 2013) e tre giorni di ‘Visioni di Eterno’ (nel 2014) con il Battistero Neoniano illuminato dai giochi di luce di Andrea Bernabini. Il tutto contornato da eventi e da un concerto in piazza del Popolo. Dopo la sconfitta di Ravenna2019, però, quello di Sant’Apollinare è diventato un… cartellone di iniziative. Addirittura il concerto del 23 luglio, giorno del Patrono, si terrà il 28 (santi Nazario e Celso, per la cronaca) e non in piazza del Popolo ma a Lido di Savio.”

Visto che – continua Bucci nella sua interrogazione -

-    in occasione del 23 luglio 2016 il centro cittadino appariva quasi totalmente deserto, nonostante la giornata non fosse particolarmente assolata;

-    in tutte le realtà cittadine del Paese, che vedono in primo piano il momento turistico, tale festa costituisce un evento di grande richiamo e indotto turistico:

-    questa amministrazione ha concesso quale unica proposta per la festività la possibilità di apertura degli stabilimenti balneari fino alle ore 3.00 (decisamente troppo poco!);

-    dato che, dal momento dell’insediamento, il primo cittadino non ha manifestato alcun segno concreto di discontinuità rispetto alla precedente amministrazione;

 

Interroga il Sindaco per conoscere

1)      se intenda continuare su tale infausta linea politica avviata dal suo predecessore, infarcita di miseria, triste, priva di una qualche lungimiranza, senza prospettive di accrescimento dell’indotto turistico e di ritorno economico per attività ed aziende.

  1. se cittadini ed operatori dovranno rassegnarsi, pertanto, per l’intero mandato, ad un periodo cupo con un centro storico sempre più deserto ed abbandonato, aderente alla precedente Giunta Matteucci”

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019