9 settembre 2016 - Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Cronaca

Furti in casa, i consigli per tenere lontani i ladri

Le indicazioni dei Carabinieri per rendere più sicura la propria abitazione

C’è chi controlla più di una volta che tutte le finestre siano chiuse o si allarma quando uno sconosciuto suona il campanello. Chi compra un cane da guardia per sentirsi più tranquillo o chi preferisce cambiare serratura spesso. A chi non è mai capitato di preoccuparsi per la possibilità di un eventuale furto nella propria abitazione? 

Ecco di seguito alcuni consigli elaborati dai Carabinieri che possono contribuire a rendere più sicura la propria abitazione:

Sì ad antifurto e porte blindate. Un buon modo per tenere lontani i ladri è l’installazione dei dispositivi antifurto, collegati possibilmente con i numeri di emergenza. È utile per esempio, l’installazione di una porta blindata con spioncino e di una serratura di sicurezza, così videocitofoni e/o telecamere a circuito chiuso. Se abitate in un piano basso o in una casa indipendente, mettete delle grate alle finestre oppure dei vetri antisfondamento.

Le chiavi. È importante accertarsi che la chiave non sia di facile duplicazione. Qualora fosse necessario è bene provvedere personalmente o comunque delegare una persona di fiducia. Evitare poi di attaccare al portachiavi targhette con nome ed indirizzo che possano, in caso di smarrimento, far risalire con facilità all'appartamento.

All’esterno. Sul citofono e sulla cassetta della posto mettete solo il cognome per evitare di indicare il numero effettivo di inquilini. Illuminate con particolare attenzione l'ingresso e le zone buie e proteggete gli interrutori della luce esterni con una grata o una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente.

In vacanza tranquilli. È bene non avvisare tutti i vostri conoscenti di eventuali spostamenti e se abitate da soli, non fatelo sapere a chiunque. In caso di assenza prolungata, è meglio comunicarlo solo alle persone di fiducia e incaricare qualcuno che faccia dei controlli periodici. Nei casi di breve assenza, o se siete soli in casa, un trucco consiste nel lasciare accesa una luce o la radio in modo da dissuadere i malintenzionati. Sulla segreteria telefonica, parlate sempre al plurale e preferite un "in questo momento non possiamo rispondere" a un "siamo assenti".

In caso di furto. I primi posti esaminati dai ladri in caso di furto? Armadi, cassetti, vestiti, l'interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti. Occhio quindi a non porre denaro o oggetti di valori in questi angoli. Se possedete oggetti di valore, fotografateli e riempite la scheda con i dati considerati utili in caso di furto (il documento dell'opera d'arte).

Conservate con cura le fotocopie dei documenti di identità e gli originali di tutti gli atti importanti (rogiti, contratti, ricevute fiscali, etc.).

Se vi accorgete che la serratura è stata manomessa o che la porta è socchiusa, non entrate in casa e chiamate immediatamente il 112, il 113 o il 117. Se siete già entrati e vi rendete conto che i ladri sono passati non toccate nulla, per non inquinare le prove, e telefonate subito al Pronto Intervento.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.