20 settembre 2016 - Ravenna, Cronaca

Lo chef Simone Rugiati a Ravenna: "la piadina? Qualcosa di incredibile"

Protagonista di un evento a Stosa Cucine il giovane cuoco toscano ha raccontato di sè e delle sue passioni

La sua è un cucina veloce, intelligente e gustosa. Toscano, classe 1981, molto amato dal pubblico femminile, Simone Rugiati è stato il protagonista di due show cooking organizzati a Fornace Zarattini sabato 17 e domenica 18 settembre da Stosa Cucine, il brand recentemente sbarcato in Romagna con il suo nuovo store.

Un blog food di successo “Food Loft”, ospite fisso a “La prova del cuoco” su Rai 1, protagonista di varie trasmissioni televisive (da “SOS Simone” su Gambero Rosso Channel a “Cuochi e fiamme” su LA7d), a partire dal 24 settembre lo chef toscano affiancherà Belen Rodriguez nella conduzione di “Tú sí que vales pronto”, il talent show in onda su Mediaset.

 

Arriva puntualissimo al suo appuntamento in Romagna, una terra dove lo chef è di casa: “vengo dalla Toscana ma i miei week end erano sempre a Milano Marittima, torno sempre volentieri”.

T shirt, sneakers, tatuaggi, un linguaggio semplice e diretto (“perché in cucina si sta in jeans e maglietta”), il giovane chef ha raccontato di sé e della sua passione per la buona tavola nata grazie a nonna Lidia, che gli ha insegnato l’importanza della scelta di prodotti di qualità per la riuscita di un buon piatto: “è stata la mia ispiratrice, se a 5/6 anni mangi così bene, dopo ‘non mi freghi’”.

 

Qual è la tua opinione sulla cucina romagnola?

Mi piacciono molto i fischioni e tutti i piatti a base di canocchie. Amo anche il pesce azzurro come i sardoncini alla griglia. Sono piatti poveri, tradizionali e semplici da fare che apprezzo molto.

E poi la piadina: adoro lo street food e tra tutti i suoi emblemi la piadina è sicuramente quello più copiato e a volte fatto male. Ma quando è fatta bene è qualcosa di incredibile.

 

Due libri sulla seduzione “Il gusto di sedurre. Le ricette e i segreti di uno chef da amare” (Rizzoli 2009) e “Se in cucina c'è Simone... Tanti menu per conquistare in cucina”, (Food Editore 2006). In che modo la cucina può influenzare l'eros?

Un ragazzo single che non ha mai cucinato se deve invitare una ragazza a casa si metterà ai fornelli. Tanti giovani si avvicinano alla cucina per la prima volta in questo modo. In cucina si chiudono affari, si raccoglie la famiglia, in cucina si ama.

 

Come si conquista tra i fornelli?

Il consiglio è di non cucinare tutto prima ma di lasciare qualcosa da preparare sul momento, magari insieme. Meglio realizzare tanti piatti diversi: mescolando sapori si conquistano più palati e si beve di più, il vino aiuta...

 

Il piatto preferito?

A me piace tutto, un’insalata mi piace quanto un branzino. Mi piace tutto allo stesso livello ma voglio il meglio da ogni singola cosa. Poi mi piacciono le cose che non so cucinare, mi piace provare, amo la sfida.

 

Com'è la tua cucina ideale?

La cucina è un luogo che piace a tutti, è il cuore della casa. Se oltre ad essere bella è anche funzionale allora è il top. Ho appena comprato casa e non l’ho ancora finita perché voglio che sia perfetta.

 

Valentina Viola

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.