22 settembre 2016 - Ravenna, Spettacoli

La società in parole e musica: nuovo album per La Traccia

La band ravennate presenta il singolo Apri la mano

La band ravennate La Traccia continua il suo percorso all'insegna del rock cantautorale: è uscito il video di Apri la mano. Il singolo (https://youtu.be/WnDbE7m-yCU) è anche in rotazione radiofonica e disponibile su iTunes, Spotify e su tutte le piattaforme digitali. Il brano è il primo estratto dal nuovo album in pubblicazione nel gennaio 2017. Il gruppo ha una lunga storia: riunitosi nel 2014 dopo trent’anni di percorsi artistici individuali dei componenti, è tornato sulla scena con l’album Alta marea. Il nuovo album in uscita in autunno ha un preciso filo conduttore: il percorso, illustra la produzione, che ognuno deve compiere nella propria vita affrontando difficoltà nel lavoro, dubbi, ma anche trovando l’amore. Un percorso sempre in divenire, come è stato per la band, nuovamente con l’energia e la voglia di calcare la scena e di raccontare la società in musica.

“Ci siamo risentiti dopo trent’anni - spiega Fabio Fiorini, voce e chitarra - ed è stato come se ci fossimo ritrovati dopo un solo giorno. L’impegno, la rabbia e la voglia di fare musica erano immutati”.

Fabio Fiorini è anche autore dei testi ed è stato subito sollecitato dai membri della band. “Fabio ed io ci siamo ritrovati su Facebook dopo tanto tempo - racconta Claudio Battaglione, chitarra - e gli ho detto, scherzando ma non troppo, di tirare fuori dal cassetto i testi che aveva scritto anni fa”. E infatti nell’album ci saranno due brani con testi scritti da Fabio trent’anni fa, che sono sorprendentemente e drammaticamente attuali.

Gigi Casadio, bassista:“Mi piace dire che ho un background disco dance e balera, ma soprattutto tanti anni di sudori musicali nelle cantine e nei containers per raffinare sound e creatività, anche con alcuni membri della band”. Il trentenne Samuele Stefanelli è alla chitarra: “Sono felice di far parte di una band con questa storia alle spalle ed è stata una sorpresa per me scoprire come le tematiche narrate dai miei compagni, che sono di un’altra generazione, siano così attuali e il loro linguaggio e le loro rabbia e passione così simili alle mie”. Hanno partecipato alla realizzazione del nuovo lavoro: Ale D’altri, batteria, e Jennifer Vargas, voce.

Tag: la traccia

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.