23 settembre 2016 - Ravenna, Agenda, Cronaca

Vent’anni di Gifra, nel weekend al via la manifestazione filatelica

Sabato 24 e domenica 25 settembre

Quest’anno Gifra festeggia il ventennale della fortunata serie che si tenne per la prima volta a Ravenna il 27 e 28 settembre 1997 al Pala De Andrè. Per dieci anni fu quella la sede delle Giornate Filateliche Ravennati, ideate da Paolo Romini che all’epoca era commerciante filatelico insieme ad alcuni suoi fratelli. Successivamente (e per altri dieci anni) l’iniziativa si spostò all’Almagià, sede più contenuta ma più congeniale alle esigenze della manifestazione.

Organizzata da Confcommercio Ravenna in collaborazione col Circolo filatelico numismatico Dante Alighieri di Ravenna e con il contributo della Camera di commercio di Ravenna, l’edizione 2016 si svolgerà sabato 24 settembre dalle 9 alle 18.30 e domenica 25 settembre dalle 9 alle 14, come sempre ad ingresso gratuito, all’Almagià (in Via Almagià 2 a Ravenna).

Gifra è il punto di riferimento per il collezionismo italiano ma è interessante anche per i non addetti ai lavori: infatti i commercianti, provenienti da tutta Italia, propongono francobolli, lettere, cartoline, monete, manifesti, medaglie, riviste del passato.

Visitare questa manifestazione è come fare un tuffo nel passato, rivivendo il passato che abbiamo conosciuto. Adatta a tutte le fasce sociali, ognuno può trarne giovamento e piacere dalla visione del materiale proposto ed esposto.

Vediamo ora qualche anteprima della manifestazione che appassiona migliaia di collezionisti e non.

La cartolina postale quest’anno riproduce un dipinto di Alberto Cottignoli, pittore ravennate che è molto conosciuto all’estero, soprattutto in Giappone, ma che non ha ancora trovato un giusto riconoscimento da parte dei “cosiddetti esperti ravennati”, che non gli hanno tributato quanto riconosciuto fuori dalla madre patria.

L’intero postale riporta un rimaneggiamento di un’opera di Santo Crimi, pittore di origine sicula, che vive a Ravenna da diversi anni. Crimi è uno dei diciassette pittori che espone mensilmente in via Diaz a Ravenna per conto di “Ravenna incontra l’arte in Galleria Diaz”. Il libretto riproduce un’opera di Aride Savigni che era già stata riprodotta nella cartolina dell’anno scorso, Palloni aerostatici, con la scritta Gifra, sorvolano nuvole che hanno i bordi dentellati, come fossero francobolli.

I foglietti erinnofili saranno due: uno di artisti ravennati ed uno degli allievi della scuola elementare Matteotti di Alfonsine. Il foglietto erinnofilo dei pittori ravennati (e della provincia) riproduce un’opera di Mariella Busi De Logu, Anna Ciani, Roberto Marchini e Liliana Scocco Cilla. Entrambi i foglietti saranno emessi in due versioni: una dentellata (600 esemplari) ed una non dentellata (400 esemplari).

La novità del’edizione 2016 (e proprio per festeggiare il ventennale) è la pubblicazione a cura di Mauro Dalla Casa, per conto del circolo filatelico numismatico Dante Alighieri di Ravenna, di cui è segretario (nonché giurato nazionale di filatelia ed esperto conoscitore del mondo collezionistico), di un volume con quanto emesso in queste venti manifestazioni. La pubblicazione sarà certamente il ‘pezzo’ più richiesto in quanto all’interno sono pubblicati i libretti postali e tutti i materiali emessi in vent’anni di Gifra. Chi avrà modo di sfogliare il volume (che sarà a disposizione durante le due giornate di Gifra) potrà constatare che pittori del calibro di Verlicchi, Ruffini, Morandi, Breviglieri, Cottignoli, Ranzi, Giangrandi, Samorì, Giardini, Suprani e molti altri (circa ottanta), hanno fornito una loro opera per la realizzazione di una cartolina, di un repiquage, di un libretto o di un foglietto erinnofilo che hanno fatto grande Gifra nel corso degli anni.

 

Orari:

Sabato 24 settembre dalle ore 9 alle ore 18,30 con orario continuato

Domenica 25 settembre dalle 9 alle 14

Ingresso gratuito

(parcheggio davanti all’Almagià - Via Almagià 2 Ravenna)

 

Tag: gifra

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.