29 settembre 2016 - Ravenna, Cronaca

Coppa Italia, il Ravenna supera Imola e va ai sedicesimi

Al Benelli vittoria ai rigori

Risultato ribaltato e vittoria ai rigori: partita emozionante ieri pomeriggio al Benelli contro l'Imolese

 

Quando il traguardo della qualificazione al turno successivo sembrava perduto per il Ravenna, con l’Imolese che stava cullandosi sulla rete di Alex Fabbri, il più giovane della compagnia in campo, 17 anni compiuti a giugno, che alla mezzora aveva dato la zampata vincente sotto porta sul cross di Saporetti, e con i giallorossi che, nonostante gli sforzi, non riuscivano a segnare, è entrato in scena Ivan Graziani che, confermandosi bomber di razza, ha ristabilito la parità con uno strepitoso gol al 37’ della ripresa: destro potente dai 20 metri con palla che picchia sul palo e finisce in fondo al sacco (3° gol dei sette complessivi siglati dal Ravenna tra campionato e Coppa). E nei rigori finali è salito in cattedra Andrea Spurio: alla sua prima gara ufficiale con il Ravenna, ha respinto alla grande i tiri di Tattini e Monacizzo, accompagnando il Ravenna ai sedicesimi di finale dove, il prossimo 26 ottobre, affronterà in trasferta il Lentigione, a sua volta impostosi ai rigori sulla Correggese.

La cronaca della partita. Dopo due tentativi iniziali infruttuosi di Guagneli e Ambrogetti e una bella deviazione in angolo di Spurio su percussione di Fabbri, la gara si sblocca al 30’ con il sigillo del baby rossoblù, seguito subito dopo dal tentativo di Saporetti, che va via sulla destra, entra in area e viene rintuzzato in angolo da Venturini al momento del tiro. Nella ripresa il Ravenna alza il ritmo e aumenta la spinta: Ambrogetti chiama Mastropietro alla difficile deviazione in angolo, Selleri ruba palla a Saporetti e poi stanga dal limite, e per il numero 1 imolese non è facile controllare quel pallone, e ancora ci provano, senza esito, Sabba e Graziani, nel frattempo subentrato a Zhytarchuk. Poi il prodigio di Graziani che ristabilisce la parità e che proprio al 45’ spreca il 2-1 toccando male un gran pallone servitogli da Zuppardo. E ai rigori, la parola passa a Spurio che blinda due volte la sua porta e consegna il pass per il prossimo turno.

Il commento del mister “E’ stata una buona partita, equilibrata, magari giocata non a ritmi altissimi - spiega l’allenatore del Ravenna, Mauro Antonioli - in cui ho visto i ragazzi lottare fino alla fine. Il pareggio al termine dei 90’ è stato ampiamente meritato, e sui rigori i ragazzi sono stati molto bravi. Nel complesso le occasioni migliori le abbiamo avute noi anche se ancora abbiamo manifestato una certa fatica a finalizzare raccogliendo poco rispetto al volume di gioco prodotto. Dall’altro lato c’è però che abbiamo concesso davvero poco all’Imolese, una delle candidate alla vittoria finale del campionato. Oggi abbiamo dimostrato di essere competitivi, di poter stare al loro livello. E sono contento perchè chi ha giocato oggi mi ha dato risposte importanti: se ritroviamo la tranquillità in fase offensiva siamo destinati a crescere e a fare bene”.

 

Ravenna-Imolese 5-4 ai rig. (1-1)

RAVENNA (4-4-2): Spurio; Larese, Giacomoni, Lelj, Venturini; Rrapaj (17’ st Sabba), Guagneli, Selleri (36’ st Forte), Ambrogetti; Zhytarchuk (23’ st Graziani), Zuppardo. A disp.: Venturi, Mandorlini, Mingozzi, Ballardini, Luzzi, Innocenti. All.: Antonioli.
IMOLESE (4-1-4-1): Mastropietro; Sanna, Syku (18’ st Moretti), Bertoli, Testoni (36’ st Boccardi); Scalini; Saporetti, Monacizzo, Borgobello, Fabbri; Ferretti (14’ st Tattini). A disp.: Stanzani, Martedì, Olivieri, Scognamillo, Selvatico, Protino. All.: Baldini.
ARBITRO: D’Angelo di Ascoli Piceno.
RETI: 30’ pt Fabbri, 37’ st Graziani.
RIGORI: Scalini (gol), Forte (gol), Boccardi (gol), Sabba (gol), Tattini (parato), Zuppardo (gol), Moretti (gol), Ambrogetti (gol), Monacizzo (parato).
NOTE: Ammoniti: Borgobello, Monacizzo, Saporetti. Spettatori 300 circa. Angoli: 6-6. Recupero: 0’ e 5’.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.