16 giugno 2010 - Ravenna, Cronaca

Guardia di Finanza, il Colonnello Toscano approda a Roma

Le congratulazioni e il ringraziamento del sindaco Matteucci

Questa mattina il sindaco Fabrizio Matteucci ha incontrato il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Colonnello Fabrizio Toscano, in procinto di lasciare la sede di Ravenna per il Comando generale di Roma.

“Come i suoi due predecessori – commenta Matteucci – anche il Colonnello Toscano è stato chiamato a svolgere un importante incarico al Comando generale. Questo conferma che quella di Ravenna è una sede prestigiosa. La Guardia di Finanza è fortemente impegnata nel settore della lotta all’evasione fiscale. In queste ultime settimane abbiamo deciso di potenziare il contributo del Comune su questo versante grazie anche ad un accordo con l’Agenzia delle Entrate. L’Italia sta vivendo un momento di difficile crisi economica. Tutti siamo chiamati a fare dei sacrifici, ma senza una lotta all’evasione massiccia ed adeguata, questi sacrifici rischiano di essere pagati solo dai soliti noti. Ringrazio il Colonnello Toscano della preziosa collaborazione e gli porgo i migliori auguri per il suo nuovo lavoro”.

Lo sostituirà il Colonnello Ramponi: 43 anni, a sua volta proveniente dal Comando Generale di Roma, è originario di Bologna ed ha due figli; laureato in giurisprudenza ed in scienze della sicurezza economico-finanziaria, oltre ad aver ottenuto il Master in gestione internazionale dell’impresa presso l’università Bocconi di Milano, ha in precedenza prestato servizio a Comacchio (Fe) in qualità di Comandante della Tenenza, a Perugia in qualità di Comandante della Compagnia ed è stato impiegato in diverse missioni all’estero.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.