20 giugno 2010 - Ravenna, Cronaca

Matteucci: “Carcere, intervenire prima che accada l’irreparabile”

Il commento del sindaco sul sovraffollamento. Nuova visita alla struttura

 "Prima o poi doveva succedere. Il grave episodio della rissa (che ha coinvolto 20 persone, ndr) nel nostro carcere, denunciato dal Sappe, era nell'ordine delle cose prevedibili. Nel carcere di Ravenna ci sono troppi detenuti e pochi agenti della Polizia Penitenziaria”, rileva il sindaco Fabrizio Matteucci. 

“I detenuti - prosegue -  sono in numero sproporzionato rispetto alla capienza di un carcere obsoleto. Il numero di Agenti é sotto organico. E lo è anche a prescindere dal sovraffollamento. La nostra é la situazione peggiore di tutta la regione. I responsabili di questa situazione incivile e inaccettabile stanno al Ministero della Giustizia. Invece di ingolfare il Parlamento con misure per limitare la libertà di informazione e ostacolare le indagini della Magistratura, di queste cose si dovrebbe occupare il Ministro Alfano!”

“Confermo la visita al nostro carcere che avevo già programmato per i prossimi giorni. Sarà l'occasione per esprimere la mia solidarietà agli agenti della Polizia Penitenziaria. Agenti che, con stipendi modestissimi, svolgono un lavoro duro, pericoloso e indispensabile per una comunità in cui é così la richiesta di protezione dalla delinquenza. A Ravenna lo svolgono in condizioni inaccettabili. Berlusconi ha vinto le elezioni sbandierando molti impegni sulla sicurezza.

È ora che faccia qualcosa per la sicurezza delle nostre carceri! Durante la visita esprimerò nuovamente il mio appezzamento per il lavoro della Direttrice che, in condizioni di drammatica emergenza, profonde nel proprio lavoro professionalità e passione. Ma tutto questo non basta più. Insieme ai nostri parlamentari studierò le iniziative da assumere per dare la sveglia ad un governo imbelle di fronte ad una situazione insostenibile”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019