7 dicembre 2016 - Ravenna, Economia & Lavoro

Turismo, commercio e cultura: un nuovo bando per le imprese dalla Regione

Stanziati quasi 15 milioni di euro per progetti innovativi

L’obiettivo è di produrre nei prossimi due anni oltre 43 milioni di investimenti in tre settori fondamentali della nostra economia: turismo, commercio e cultura.

Per la prima volta, infatti, la Regione Emilia Romagna mette insieme questi tre settori, stanziando quasi 15 milioni di euro per progetti innovativi di riqualificazione turistica, commerciale e culturale di imprese con un unico bando di incentivi grazie alle risorse del Por Fesr 2014-2020 dedicate alla competitività delle imprese e del tessuto produttivo. A essere maggiormente premiate saranno le imprese in grado di creare nuova occupazione.

Di queste nuove possibilità di finanziamento per le imprese (il bando si aprirà il prossimo 10 gennaio e resterà attivo fino alla scadenza del 28 febbraio 2017) se n’è parlato ieri martedì 6 dicembre, presso Confcommercio Ascom Cervia nel corso del convegno dal titolo “Contributi alle imprese per la riqualificazione turistica (Bando FESR) e altre opportunità di finanziamento”, organizzato da Confcommercio provincia di Ravenna.

Filo conduttore del bando è l'innovazione, che richiama l'attenzione sulla necessità di intervenire riqualificando l'offerta turistica, commerciale e culturale, con anche effetti sull’attrattività del territorio, facendo leva sulla capacità di creare nuovo interesse per i prodotti esistenti e nuovi prodotti per una domanda in continua evoluzione.

Al convegno hanno partecipato Paolo Caroli presidente di Confcommercio provincia di Ravenna, Mauro Mambelli vice presidente regionale Confcommercio con delega al turismo, Piero Boni presidente Confcommercio Ascom Cervia, Marco Leoni ed Ivana Garreffa di Iscom Group, rispettivamente amministratore delegato ed esperta di bandi europei, Guido Guidazzi vice presidente vicario Confcommercio Ascom Cervia con delega al commercio. Moderatore dell’incontro è stato il direttore Confcommercio Ascom Cervia Cesare Brusi.

Il bando, approvato dalla Giunta regionale dell’Emilia-Romagna il 17 ottobre scorso, prevede tre misure di sostegno: una per il settore turistico ricettivo (7,5 milioni), per progetti sulla ricettività, in particolare alberghiera e all’aria aperta; la seconda per gli esercizi commerciali (4 milioni), per progetti sulle attività al dettaglio, soprattutto nei centri storici; la terza per il settore cultura (2,891 milioni), rivolta a progetti relativi a luoghi adibiti a rappresentazioni cinematografiche, teatrali e musicali. Nell’ambito di quest’ultima misura, per la prima volta si finanzia anche la nascita dei musei d’impresa, intesi come quei percorsi o spazi-mostra voluti dalle aziende per trasmettere il valore della cultura produttiva della regione e in grado di creare anche una ricaduta economica sul territorio. Sono sempre più frequenti, soprattutto all’estero, le imprese che aprono le porte ai visitatori per illustrare, in contesti dedicati, il processo produttivo, e se ne registrano di importanti anche in Emilia-Romagna.

Per quanto il contributo ai privati è compreso tra il 35% e il 40% del costo complessivo del progetto, elevabile al 45% in caso di creazione di nuovi posti di lavoro. Oltre al tradizionale regime di aiuto de minimis con un massimale di 200 mila euro, il bando apre l’opportunità per le imprese che dovessero averlo esaurito di optare per il regime in esenzione, che permette loro di partecipare comunque e ottenere fino ad un massimo di ulteriori 200.000 euro, non per lo stesso intervento, alle condizioni previste dall’Unione europea.

Le domande per tutte le misure dovranno essere presentate dal 10 gennaio al 28 febbraio 2017. In seguito dovranno essere avviati i progetti, il 60% dei quali dovrà essere realizzato nel 2017; il 40% nel 2018. Quelli ammessi a contributo dovranno obbligatoriamente concludersi entro e non oltre la data del 31 dicembre 2018.

Gli uffici credito delle Confcommercio territoriali di Cervia, Ravenna, Faenza e Lugo sono a disposizione per la predisposizione delle pratiche.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.